Premier League, il Tottenham rischia di perdere Son per la leva militare

Il Sun porta alla luce la futura grana per gli Spurs: l'ala sudcoreana dovrebbe rispondere al servizio obbligatorio entro i 28 anni. Ecco come potrebbe ottenere l'esonero.

3k condivisioni 0 commenti

di

Share

Il Tottenham rischia di dover rinunciare a Heung-Min Son. Per le sue ottime prestazioni in Premier League e in giro per l'Europa? No, in quel caso non ci sarebbe niente di straordinario: tutto procederebbe secondo la pura e semplice legge del calciomercato. Nel suo caso, è un'altra la legge che crea grattacapi agli Spurs: quella della leva obbligatoria in Corea del Sud. Niente di più, niente di meno: il Paese d'origine dell'ala classe 1992 è molto chiara, bisognerà farci i conti il prima possibile per evitare brutte sorprese.

Sì, Son è quello che ha segnato alla Juventus nel ritorno degli ottavi di Champions League: se il suo gol fosse costato l'eliminazione alla Vecchia Signora, i "ben gli sta" tra i tifosi bianconeri si sarebbero sprecati. Scherzi a parte, la faccenda per il Tottenham non è da prendere sotto gamba, come portato alla luce dal Sun.

È il tabloid più famoso d'Inghilterra ad aver acceso i riflettori sulla vicenda: la legge sudcoreana prevede che ogni maschio prenda parte al servizio militare entro il compimento dei 28 anni. Un traguardo che, per il numero 7 degli Spurs, è fissato all'8 luglio 2020. Negli stessi giorni, oltretutto, in cui scadrà il suo attuale contratto con il club londinese: difficile pensare, però, che il Tottenham abbia l'intenzione di perdere un giocatore così prezioso e determinante a zero. A meno di una cessione prima di quella data, insomma, Son sarà presumibilmente vestito ancora di bianco.

Premier League, il Tottenham e il rischio leva militare per Son

Ma quanto dura il servizio militare in Corea del Sud? Dai 21 mesi per l'Esercito e per i Marine ai 24 mesi nell'Aeronautica. Praticamente, due anni pieni o quasi. Che, tradotto in unità di misura calcistiche, equivalgono a due stagioni. Ce lo vedete un calciatore di Premier League lontano dai campi per tutto questo tempo? Eppure la possibilità che questo avvenga c'è, nonostante lo status di star assoluta che Heung-Min riveste nel suo Paese natale. Come potrebbe evitare allora questo lungo stop, da collocare presumibilmente a partire dalla stagione 2019/20? In un modo, sostanzialmente: eccellere con la maglia della propria Nazionale.

Son esulta dopo un gol in Premier League
In questa stagione, Son ha già segnato 12 gol in Premier League

Innanzitutto, ai prossimi Mondiali: un piazzamento esaltante della Corea del Sud in Russia permetterebbe - a lui e ai suoi compagni nelle stesse condizioni - di ottenere un esonero per risultati sportivi. I Taeguk Warriors dovrebbero quindi arrivare almeno agli ottavi, ai quarti o in semifinale? Dipenderebbe evidentemente da tanti fattori. Di sicuro, non essere eliminati già al girone (in cui troveranno Germania, Svezia e Messico), come successo proprio nell'ultima edizione.

Il gol di Son in Tottenham-Juventus
Son in gol contro la Juventus, nel ritorno degli ottavi di Champions League

La Corea del Sud, poi, garantisce l'esenzione anche per tutti gli atleti vincitori di una medaglia olimpica e alle medaglie d'oro degli Asian Games (le Olimpiadi asiatiche). Per quanto riguarda le Olimpiadi, Son e i suoi compagni d'avventura a Rio 2016 sono arrivati solamente ai quarti di finale: bonus già sprecato. Gli Asian Games offriranno invece una ghiotta chance già la prossima estate, tra il 18 agosto e il 2 settembre: per il Tottenham significherebbe perderlo per l'inizio della prossima Premier League, dal momento che l'intenzione del ct è quella di convocare Son come fuori quota. Tra gennaio e febbraio 2019, invece, la Corea del Sud partirà tra le favorite in Asian Cup: anche in quel caso, un'occasione da sfruttare.

Son con la Corea del Sud
Con la maglia della Corea del Sud, Son ha siglato finora 19 reti in 58 partite

Anche nel caso in cui Heung-Min riuscisse a ottenere l'esonero dai due anni di leva obbligatoria, dovrebbe comunque partecipare a quattro settimane di training militare ed essere inserito tra le riserve. Uno scenario, comunque, molto più roseo rispetto al servizio vero e proprio. Altri tipi di esenzioni? Il servizio civile è riservato a chi riporta evidenti problemi fisici, mentre l'obiezione di coscienza è un tema molto delicato e discusso nel Paese dell'Estremo Oriente: nel 2015 Amnesty International denunciò la presenza in carcere di almeno 600 obiettori. La detenzione è infatti la pena prevista per chi diserta il richiamo alla leva obbligatoria.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.