Champions League, Fabregas e il piano anti-Messi: "Proverò a fermarlo"

Il centrocampista dei Blues sfida il suo ex compagno di squadra: l'obiettivo è quello di fermarlo, di non metterlo a suo agio. Di impedirgli di disputare la partita perfetta.

854 condivisioni 0 commenti

di

Share

Hanno giocato insieme per diversi anni, mercoledì sera si troveranno di nuovo uno di fronte all'altro da avversari in Champions League: Barcellona vs Chelsea è anche Fabregas vs Messi, due ex compagni di squadra chiamati a combattere in campo per maglie diverse. Il centrocampista di Conte lo sa: Leo è il pericolo numero uno, è la faccia disegnata sui manifesti con scritto wanted

Messi è il ricercato, Fabregas vuole prenderlo e impedirgli di colpire ancora: all'andata, grazie a un gol del numero 10, il Barcellona è riuscito a strappare un pareggio importantissimo a Londra nel match di andata degli ottavi di Champions League. Un sinistro secco e l'1-1 è servito. Al Chelsea servirà un'impresa al Camp Nou, e il numero 4 dei Blues non intende fare sconti al suo amico Leo:

Non mi dispiace giocare contro il mio passato, anzi: mi motiva. In campo vedo Messi come un rivale che vuole vincere, e io voglio la stessa cosa: giochiamo con due squadre diverse, ognuno vuole il meglio per il proprio club.

Fabregas è pronto, convinto e motivato per il match di ritorno di Champions League. Contro il Barcellona e contro il suo amico Messi, contro un intero stadio: lo spagnolo non intende fare sconti. Cesc ha detto che il Chelsea, per portare a casa il risultato, dovrà esser bravo a sfruttare le sue opportunità. E ha aggiunto che bisogna pensare positivo: la mentalità con cui si entra in campo, in certe occasioni, può essere fondamentale. Non da ultimo, però, c'è un piano da seguire: Messi va fermato.

Champions League, ecco il piano anti-Messi

Toccherà proprio a Fabregas il compito di arginare il suo fenomenale ex compagno di squadra? Forse sì. Il numero 4 lo sa e si prepara alla battaglia. Per 90 minuti (o forse di più) l'amicizia fuori dal campo lascerà spazio alla lotta:

Se dovessi giocare, io e Messi saremmo posizionati nella stessa zona di campo: fermarlo sarà difficile, ma proverò a fare tutto il possibile per non farlo sentire a suo agio e per evitare che metta in scena la partita perfetta.

A chiunque tocchi, il compito molto probabilmente potrebbe rivelarsi una Mission Impossible: Messi è in forma smagliante, segna e fa segnare. Nei giorni scorsi è nato anche suo figlio Ciro. Segnali dalla Serie A: un certo Immobile, poco dopo, ha messo a segno uno dei suoi migliori gol in carriera. Tutto sembra a favore dell'argentino. Nel caso in cui dovesse scendere in campo per ostacolare la Pulce, Fabregas dovrà indossare i panni di Ethan Hunt, infilare le cuffie e far partire la musica.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.