NFL: Browns re del mercato, Sherman lascia Seattle, Rams attivi

Sherman e Bennett lasciano Seattle, i Browns muovono tante pedine con scambi di scelte, mentre i Rams si rinforzano molto nella secondaria.

Seattle rinuncia a Sherman

2 condivisioni 0 commenti

di

Share

L'offseason NFL è partita con il botto e dopo i primi movimenti di settimana scorsa, gli ultimi sette giorni sono stati un vero e proprio susseguirsi di movimenti con i Cleveland Browns sugli scudi, assieme a dei Philadelphia Eagles che non hanno di certo paura di puntellare, anche con mosse costose a livello emotivo, il roster che ha vinto il Super Bowl.
 Chi invece sta operando molto in uscita è Seattle che sembra essere pronta ad aprire un nuovo ciclo e rompere con il passato.



È proprio la squadra di Pete Carroll ad aver salutato uno dei protagonisti della legion of boom. Qualche giorno fa è stato tagliato Richard Sherman, uno dei migliori cornerback della lega negli ultimi anni e importante protagonista dei successi recenti della squadra. Ovviamente il carismatico defensive back non ha faticato molto a trovare una nuova sistemazione, infatti i San Francisco 49ers (stessa division dei Seahawks) hanno provveduto a metterlo sotto contratto con un triennale da 39 milioni di dollari.
 Rimanendo in tema Seattle, ha fatto notizia la trade che ha mandato ai Philadelphia Eagles il defensive end Michael Bennett e una settima scelta, in cambio di una quinta scelta e il WR Marcus Johnson.
 

Ora a Philadelphia, con l'arrivo di un altro talento in linea e la presenza di Cox, Graham e Barnett, tutto sembra pronto per trovare una nuova sistemazione a Vinny Curry. Ci sarà una nuova casa anche per il WR Torrey Smith, stato scambiato con i Carolina Panthers per il giovane cornerback Daryl Worey che darà un pò più di fisicità alla secondaria.

NFL: Browns, crazy Browns

Come dice la foto dal profilo Twitter dell’insider più insider che l’NFL conosca, ovvero Adam Schefter, i Cleveland Browns si sono dati da fare in modo prepotente per provare ad uscire dal gulag in cui hanno gravitato negli ultimi anni.
 Con tutto l’innumerevole parco di scelte a disposizione, il front office ha optato per giocarsi le carte su usati più sicuri e giocatori di assoluto valore che possano portare risultati di crescita immediati. 

L’esperimento Deshone Kizer è fallito e il giovane quarterback è stato scambiato con i Green Bay Packers, portandosi a casa il cornerback Demarius Randall, più lo scambio di una quarta e una quinta scelta 2018.


Negli innumerevoli movimenti dei Browns sono partite una terza, due quarte e una quinta scelta 2018, assieme a una settima del 2019. Nonostante questo, nel prossimo draft avranno cinque delle prime 65 picks, oltre ad essersi portati a casa un WR di assoluto livello come Jarvis Landry e un quarterback perlomeno credibile come Tyrod Taylor.
 Per chiudere una settimana di telefoni incandescenti, è arrivata la trade con i New England Patriots che ha mandato il DT Danny Shelton e una quinta scelta 2019 in Massachusetts, in cambio di una scelta terza scelta 2019.

Cornerback mania ai Rams, rinnova Mike Evans

A Tampa Bay la notizia della settimana è il rinnovo quinquennale a Mike Evans che percepirà ben 82 milioni di dollari di cui 55 garantiti da qui al 2023.
 Se a Cleveland non c’è paura di muovere, si può dire lo stesso anche a casa Rams, infatti si è deciso di girare la pagina Trumaine Johnson e andare oltre che su Marcus Peters come vi avevamo detto settimana scorsa, anche su Aqib Talib, portato a casa in una trade con i Broncos che in cambio ricevono una quinta scelta. Con Peters e Talib rispetto a Johnson, i Rams risparmiano circa 4 milioni di cap, anche se queste due personalità unite a quella di Sam Shields, sono da gestire per far rendere appieno l'incredibile talento fisico e tecnico a disposizone.

Per tanti arrivi c’è anche chi esce, infatti Alec Ogletree è stato mandato a New York, sponda Giants, in cambio di due scelte al prossimo draft.
 Anche i Pittsburgh Steelers confermano una parte integrante del loro core, firmando con il franchise tag per la seconda volta consecutiva il running back La’Veon Bell, anche se ci sono dei dubbi sulla sua presenza al training camp in caso non si raggiunga un accordo a lungo termine per il rinnovo del contratto.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.