Milan, Gattuso incontenibile: Ringhio dà il cinque al quarto uomo

L'allenatore rossonero, dopo il gol di André Silva, ha esultato insieme all'assistente di Fabbri. Poi si è ricomposto.

Milan, Gattuso dà il cinque al quarto uomo

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

Una vittoria inaspettata. Il Milan ha sofferto, si è chiuso, ha subito, ha provato a ripartire senza successo per tutti e novanta i minuti. Però non ha mai mollato. La partita contro il Genoa era finita 0-0. Si aspettava solo il fischio finale. E invece c'era chi si aspettava il cross di Suso. Questo qualcuno era André Silva, che ha segnato il suo primo gol in Serie A. Un giocatore inaspettato. Oppure aspettato a lungo, dipende dai punti di vista.

Il Milan strappa una vittoria importantissima a una manciata di secondi dal fischio finale. Nessuno ci credeva più, forse neanche André Silvia; forse era rimasto solo Gattuso a urlare e a incitare e a spronare i suoi. Che infatti non hanno mollato, e alla fine sono riusciti a portare a casa tre punti pesanti come quel pallone che Perin non è riuscito a respingere. Troppa potenza. Troppa voglia di vincere. Troppa tenacia nel rialzarsi subito dopo la sconfitta con l'Arsenal.

C'era tutto questo nel colpo di testa di André Silva, che ha fatto esultare il suo allenatore e tutta la batteria rossonera. Proprio Gattuso, dopo il gol, si è avvicinato al quarto uomo per dirgli che la partita era finita, che bisognava fischiare, che era arrivato il momento di porre fine al match. Il triplice fischio è arrivato, e allora Ringhio ha dato il cinque all'assistente di Fabbri, come fosse uno dei suoi. Lo ha coinvolto in un'esultanza irrefrenabile. Poi si è ricomposto e gli ha stretto la mano. Ed è andato a festeggiare coi suoi.

Milan, dal cinque di Gattuso al sesto posto

I rossoneri, dopo la sconfitta della Sampdoria e dopo il gol di André Silva, adesso sono al sesto posto in solitaria in classifica. Quattro vittorie di fila in Serie A e un treno Champions da recuperare. Dopo l'ennesimo successo, è lecito sognare. Di più: è lecito anche dare il cinque al quarto uomo. Gattuso non ha limiti, e il suo Milan in questo periodo gli somiglia parecchio.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.