Serie A, Allegri sulle accuse di Pochettino: "No comment"

L'allenatore della Juventus risponde al collega del Tottenham prima della partita contro l'Udinese: "Non commento le decisioni, ma l'arbitro ha diretto bene".

493 condivisioni 0 commenti

di

Share

La giornata di Serie A è alle porte ma a catturare l'attenzione in casa Juventus sono ancora le scorie del passaggio ai quarti di finale di Champions League: il 2-1 ottenuto a Wembley mercoledì sera contro il Tottenham, oltre alla qualificazione, ha lasciato in eredità le polemiche generate dall'allenatore degli Spurs Mauricio Pochettino.

A margine della partita contro i bianconeri l'argentino aveva ironizzato sulla presunte pressioni esercitate a causa della presenza negli spogliatoi all'intervallo del presidente della Juventus Andrea Agnelli e del direttore generale dei bianconeri Giuseppe Marotta a carico dell'arbitro della sfida di Champions League, Szymon Marciniak. Secondo Pochettino il fischietto polacco aveva ignorato un tocco di mano di Chiellini in area in avvio di partita e una trattenuta di Benatia nel finale di primo tempo. Conteggio nel quale non rientrava però il netto fallo da rigore di Vertonghen su Douglas Costa quando il punteggio era sullo 0-0.

"Sono degli specialisti a vincere e a mettere pressione all'arbitro" era stata la pungente considerazione di Mauricio Pochettino. Frecciatina indirizzata in direzione Juventus, alla quale il collega bianconero Massimiliano Allegri ha risposto nella conferenza di presentazione della partita che domenica 11 marzo vedrà Higuain e compagni ospitare l'Udinese in campionato:

Non c'è niente da dire, non serve commentare le parole di Pochettino. L'arbitro ha diretto bene: i nostri dirigenti hanno l'abitudine di venire nel nostro spogliatoi a fine primo tempo.

 

Serie A, Allegri replica a Pochettino: "Presenza dirigenti negli spogliatoi? Tutto normale"

Una polemica chiusa sul nascere dall'allenatore bianconero, che ha evitato la stoccata della guida degli Spurs e ruotato lo sguardo alla sfida contro i friulani, importante nella corsa al primo posto della Serie A oggi occupato dal Napoli. Proprio la squadra allenata da Maurizio Sarri è stata elogiata da Allegri:

Stanno giocando una stagione straordinaria e hanno il vantaggio di poter puntare ogni forza sul campionato: per noi sarà molto più complicato. 

Con il Napoli atteso a Milano dall'Inter, i bianconeri possono sperare in caso di vittoria sull'Udinese e mancato successo di Insigne e compagni di tornare in vetta alla Serie A. Allegri tiene però alta la tensione e diffida della formazione allenata da Massimo Oddo, suo ex calciatore ai tempi del Milan:

Sono una squadra molto fisica e tra le più fallose del campionato. Serve una vittoria, ma giocando con calma e pazienza.

Alle assenze di Cuadrado e Bernardeschi si sommeranno i forfait per squalifica di Lichtsteiner e Alex Sandro: in fascia si attendono i rilanci di De Sciglio e Asamoah. Il rientro di Mandzukic appare certo così come la presenza di Szczesny tra i pali, con turno di riposo per Buffon. Dopo il 3-5-2 visto all'Olimpico contro la Lazio Allegri prepara il ritorno al 4-3-3: il vero dubbio risponde al nome di Paulo Dybala. Il numero 10 argentino potrebbe partire dalla panchina.

De Sciglio sta bene e rientrerà domani. I miei dubbi sono a centrocampo e in attacco. Qualcuno dei titolari di mercoledì potrebbe tornare utile a partita in corso.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.