Serie A, svelato il nuovo logo dell'Inter per festeggiare i 110 anni

Il club nerazzurro mostra il nuovo stemma per celebrare il 110° anniversario della nascita: sullo sfondo presente la Croce di Sant'Ambrogio, patrono di Milano.

6 condivisioni 0 commenti

di

Share

È stato presentato ieri sera, durante il Gala organizzato per festeggiare i 110 anni di storia dell'Inter, il nuovo logo celebrativo che sarà adottato dal club nerazzurro. Si tratta del classico stemma circolare tradizionale, posizionato però su uno sfondo diverso, visto in rare occasioni nella lunga vita della società milanese.

All'esterno dei classici cerchi neri, azzurri e oro a contornare le lettere FCIM (Football Club Internazionale Milano), infatti, si può vedere la Croce di Sant'Ambrogio, patrono di Milano: uno scudo a sfondo bianco con una croce rossa, sulla cui linea orizzontale troviamo nella parte sinistra la scritta 1908 (la data di fondazione) e in quella destra 2018.

In alto, poi, a fare "da cappello" allo scudo con i colori di Milano (già utilizzati anche nella versione celebrativa per il centenario del club di dieci anni fa) e contornato d'oro, si trova la scritta "Centodieci Inter", a simboleggiare ovvviamente la ricorrenza speciale.

Inter, tutti i loghi della storia del club

Sono trascorsi ben 110 anni, da quando l'Inter venne alla luce. La storia è nota, nel marzo 1908 un gruppo di dissidenti decide di staccarsi dal Milan Cricket and Football Club, in quanto le loro visioni di gestione societaria sono completamente diverse rispetto a quelle del club rossonero.

Il 9 marzo dell'epoca nasce così l'FC Internazionale Milano, società che sceglie i colori nerazzurri (proprio in segno di contrapposizione al Milan) e affida al pittore futurista Giorgio Muggiani (uno dei fondatori) il compito di ideare il logo.

Il monogramma (molti simile a quello attuale) è di forma circolare e si ispira a quello delle squadre inglesi: le lettere F, C, I e M sono intrecciate tra loro, in bianco su sfondo oro, con due cerchi di colore nero e azzurro a racchiudere il tutto. Nel 1928, con il regime fascista al potere, il club deve cambiare nome e trasformarsi in Ambrosiana: con la denominazione muta anche il logo (sempre circolare) dove compare un fascio littorio verticale a dividere a metà la parte sinistra dove è presente uno scudo con l’immagine del biscione e a destra un altro la Croce di Sant'Ambrogio.

Il fascismo e la varazione "Ambrosiana"

Questa versione dura solo per una stagione, perché in quella successiva ne subentra uno nuovo, dove compare all'interno del solito cerchio un rombo nerazzurro, una banda orizzontale con la scritta "Ambrosiana" e le lettere A ed S ai lati. Nel 1932 viene reintrodotta di nuovo la parola Inter (anche se associata ad Ambrosiana) e il logo diventa un rombo, con le parole "Associaz. Sportiva Ambrosiana Inter" suddisivise per ogni lato, con strisce verticali nerazzurre al centro a fare da sfondo a un pallone di cuoio.

Nel 1945, venuto meno il regime fascista, si torna alle origini, con uno stemma identico a quello ideato 37 anni prima da Giorgio Muggiani, a eccezione solamente dei colori interni (oro e bianco) invertiti.

Tra il 1960 e il 1963, l'Inter cambia ancora e adotta due differenti loghi: il primo è una sorta di scudo (sovrastato dalle lettere F, C, I, M) diviso a metà, con la parte sinistra a strisce nerazzurre e quella destra dove trovano posto (dall'altro verso il basso) una biscia blu, la scritta "1908" e un pallone giallo. Quello alternativo, invece, è di forma ovale: la parte superiore presenta due strisce orizzontali, una blu con la scritta "FC" e l'altra nera con la parola "Inter". Sotto di queste, strisce verticali nerazzurre fanno da sfondo a un biscione. A partire dal 1963 si torna di nuovo all'antico, anche stavolta con una piccola modifica: il disegno originale di Muggiani viene infatti contornato da un'altra linea circolare d'oro.

Tra il biscione e il disegno di Giorgio Muggiani

Tra il 1979 e il 1988 viene adottato poi lo stemma del biscione su uno scudo sempre bianco e contornato di nero, con all'interno due righe diagonali azzurre e nere. La stagione 1988/1898 prevede una sola variazione: l'aggiunta della scritta Inter in alto, nello sfondo bianco. Dal 1990 (fino al 1997) viene usato di nuovo il logo in vigore dal 1963 al 1979, anche se con un giallo più chiaro e l'introduzione della stella per i dieci scudetti.

A partire dal 1997 lo sfondo diventa nero, le lettere intrecciate assumono un colore giallo e nella parte che separa le due estremità della "C" viene inserita la stella in formato ridotto. All'esterno vengono poi aggiunte altre due linee circolari: una più grande azzurra dove vengono inserite le scritte Inter (in alto) e 1908 (in basso), più un'altra nera, contornata da quella solita oro.

Nel 2008, per il centenario, viene ripreso lo stemma originale, anche se questo viene circondato da una striscia circolare leggermente distanziata dal disegno, con la parte superiore interrotta dalla scritta 1908-2008 e quella inferiore da "100 anni Inter". Altra versione "straordinaria" la stagione successiva, quando un cerchio verde, bianco e rosso circonda tutto per celebrare il centenario del primo scudetto vinto. L'ultimo restyling prima della versione dei 110 anni è quello del 2014, quando vengono eliminate la stella (inserita solo sulla maglia) e le scritte, tornando a un design più semplice e molto vicino a quello disegnato nel 1908 da Muggiani.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.