Bundesliga, valanga Bayern Monaco: 6-0 all'Amburgo, titolo vicino

All'Allianz Arena non c'è partita: i Roten passeggiano nel Nord-Süd-Derby. E alla prossima giornata, in casa del Lipsia, potrebbero già festeggiare il titolo.

568 condivisioni 0 commenti

di

Share

Manifesta superiorità all'Allianz Arena. Il 6-0 del Bayern Monaco all'Amburgo è un saggio di strapotere, il simbolo di un Nord-Süd-Derby che ormai da tempo ha perso il suo antico equilibrio. In vantaggio dopo 8 minuti con Ribery, poi la doppietta di Lewandowski tra il 12' e il 19': la sfida tra la padrona della Bundesliga e la penultima della classe è già virtualmente chiusa nel primo tempo. A mettere il punto esclamativo sul pokerissimo bavarese, ci pensano Robben al 55' e ancora Ribery all'81'. L'unico neo, il calcio di rigore fallito da Lewandowski all'86: poco male, perché il polacco ne realizza subito un altro al 90'. Ed il suo 100° centro in campionato con il suo attuale club.

Jupp Heynckes e i suoi mantengono così lo straordinario vantaggio di 20 punti sullo Schalke secondo. Che, con otto giornate ancora da disputare, significa: sesto Meisterschale consecutivo sempre più a un passo. Già domenica prossima, infatti, il Bayern Monaco potrebbe laurearsi campione di Germania: bisognerà gettare un occhio sul big match esterno in casa del Lipsia e sulla trasferta dello Schalke in casa del Wolfsburg.

In ogni caso, la pratica Bundesliga è ormai pronta a essere archiviata da Lewandowski e compagni. Mercoledì, ci sarà il secondo atto in Champions League contro il Besiktas: il 5-0 dell'andata, anche in questo caso, fa dormire sonni tranquilli alla formazione di Heynckes. Poi il doppio incrocio in campionato contro il Lipsia, appunto, e il Borussia Dortmund: nel giro di queste due partite, la matematica è destinata a premiare i Roten con il loro sesto titolo consecutivo in patria. Il quarto conquistato in carriera a Monaco dal veterano degli allenatori tedeschi.

Bundesliga, troppo Bayern Monaco per l'Amburgo

Nella sagra del gol dell'Allianz Arena, il protagonista assoluto è ancora una volta lui: Robert Lewandowski. Una giornata storica per il cannoniere polacco, a quota 23 gol in Bundesliga e addirittura 32 stagionali: il numero 9 raggiunge i 100 gol in campionato da quando veste la maglia del Bayern Monaco. Non solo, perché scavalca anche Giovane Elber e diventa il miglior cannoniere straniero nella storia del club bavarese. 

Lo show tennistico contro l'Amburgo premia anche la vecchia coppia Ribery-Robben: tre gol in due per i due fuoriclasse che a Monaco hanno piantato le radici. Per l'Amburgo, invece, lo spettro della prima retrocessione nella loro storia è sempre più concreto: 18 punti appena in classifica e l'orologio - che segna gli anni di permanenza indiscussa nel massimo campionato tedesco - che rischia di azzerarsi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.