Barcellona, la punizione di Lionel Messi: una formula perfetta

L'argentino ha segnato fin qui cinque punizioni in campionato.

1k condivisioni 0 commenti

Share

Lo ha rifatto Leo Messi, su punizione, l’ha messa lì: sta diventando un’abitudine. Non è un caso, dietro c’è un percorso che lo ha portato a segnare da fermo come mai prima: 5 volte in Liga, meglio, 5 volte negli ultimi due mesi, come fosse un buon proposito per il 2018. Prima di calciare, ognuno ha il proprio rito, baci il pallone, conti i passi. Messi no, lui si stringe la scarpa. Lo aveva già fatto contro Las Palmas e Girona: prima di calciare tira le stringhe, come a voler aumentare la sensibilità del suo mancino, alla fine è una questione di tocco. Tre punizioni, tre gol: in una settimana Messi ha creato una specie di consapevolezza. Se c’è un fallo al limite, sai già come potrebbe andare, non puoi mai perderti quel momento.

Lo sapeva anche il Cholo: sapeva dove l’avrebbe messa, conosceva il pericolo, in tutti i modi avrebbe voluto pararla. Da ogni punto in cui la guardi, questa è la punizione che può valere una Liga. Il punto di vista inverso è quello di Oblak: per difendere la porta chiede 4 uomini, alla fine davanti a lui sono in 10. A coprirgli la visuale Piqué, Rakitic e Busquets: una formula studiata, i tre blaugrana fissano il movimento del portiere sloveno. Si gira all’ultimo istante anche Piqué, perché se sei lì, perdersi il tiro è come spegnere la TV mentre annunciano l’Oscar. Oblak non deve veder partire il pallone, e così è: lo cerca con gli occhi, rimane fermo fino all’ultimo, quando fa il primo passo è già troppo tardi. 

Chi salta è Diego Costa, e quanto salta, ma non basta: la punizione di Messi è perfetta perché rispetta una regola non scritta. L’immagine più indicativa è quella espressa da Gabi: impietrito, come se lo avesse capito subito: "Ecco, ci risiamo". Lui che da istruzioni è rimasto fermo, per fermare un'eventuale palla calciata bassa. Dall’altra parte del campo, ter  Stegen ha la fotografia migliore. C’è poco da capire, poco da fare: quando fa così, Messi manda tutto in tilt.

[di Dario Di Noi]

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.