WWE, Matt Hardy si racconta a FOXSports.it: "In Woken c'è molto di me"

L'ex campione di coppia di Raw del fratello Jeff racconta il ritorno a WrestleMania 33: "Un'emozione indescrivibile". Su McGregor: "Lui è uno showman, sarebbe il benvenuto"

195 condivisioni 0 commenti

di

Share

Oltre vent’anni di carriera, tra alti e bassi, cinture vinte, esperienze di ogni tipo ed evoluzioni varie dei suoi personaggi. Il 44enne Matt Hardy è un condensato di tutte queste caratteristiche, portate avanti in una vita interamente dedicata al wrestling. Lo abbiamo visto in coppia con suo fratello minore di tre anni Jeff, con il quale ha condiviso sin da piccolo la stessa passione, ma allo stesso tempo è stato anche al centro di scontri “fratricidi” dovuti a gelosie e tradimenti vari nati nel corso delle storyline di WWE e non solo.

Un personaggio molto controverso quello di Matt Hardy, a volte dominato (sia nella vita vera che in quella sul ring) dallo spirito di Woken (ex Broken). Una doppia personalità che ci spiega nel corso dell'intervista realizzata con FOXSports.it:

C’è molto di me in Woken. Attraverso di lui posso riuscire a raggiungere un livello di prestazione ancora più alto di prima e ci metto tutto me stesso nel curare questa variante del mio personaggio. Attraverso di lui ho abbandonato la mia forma mortale, sono diventato qualcosa di più, infrangendo le barriere della mia mente. La presenza di Bray Wyatt mi ha facilitato nel liberare più velocemente questo aspetto di me.

E infatti adesso i due si sfideranno a WrestleMania 34 (in programma il prossimo 8 aprile a New Orleans), in un incontro particolare, nel suo compound in North Carolina, dove Woken promette di "cancellare per sempre" il suo avversario e "scrivere l'ultima parte della saga" che li vede contrapposti.

WWE, Matt Hardy a FOXSports.it

Il suo ritorno in WWE è avvenuto proprio un anno fa, in quel di WrestleMania 33, entrando a sorpresa in un Fatal 4-Way TLC Tag Team Match con in palio i titolo di coppia Raw. Lui e suo fratello sono stati accolti da un boato incredibile del pubblico e anche grazie a quello sono riusciti a conquistare immediatamente le cinture di campioni:

È stata un’esperienza che mi ha lusingato e riempito di umiltà. È stato veramente stupendo, un momento che mi ha travolto e che è stato molto molto speciale. Lo è stato soprattutto ricevere quell’ovazione e così tanto amore per il mio ritorno al WWE, veramente un momento che non dimenticherò mai.

D'altronde lui non è "uno qualunque" in WWE, ma uno degli artefici principali dell'evoluzione della divisione Tag Team, insieme ad altre coppie che hanno fatto la storia, così come i Dudley Boyz (che saranno introdotti nella Hall of Fame proprio a WrestleMania 34):

La decisione far entrare i Dudley Boyz nella Hall of Fame è fantastica, se lo sono meritato. Sono certamente tra i migliori e più vincenti Tag Team e sia io e mio fratello, che Edge e Christian siamo potuti crescere moltissimo lavorando con loro. Sono veramente contento per loro. Oggi l'evoluzione del wrestling professionale ha portato a una disciplina molto più atletica rispetto a prima. Se si guarda un incontro degli anni 80-90 è tutto più focalizzato sulla personalità dei personaggi. Con il passare del tempo però le persone hanno cominciato a comprendere meglio che il wrestling sia uno sport a tutti gli effetti, privilegiando in molti casi l'aspetto atletico.

Oggi i campioni sono Cesaro e Sheamus, con i quali Matt e Jeff Hardy hanno avuto una faida nel corso di gran parte dell'ultimo anno:

Credo che abbiano trovato la loro dimensione. Sì, prima lottavano entrambi per conto proprio, ma insieme hanno fatto cose speciali. Penso che nell'ultimo anno, specialmente nel corso della storyline che li ha visti di fronte a me e Jeff, loro siano diventati un vero e proprio Tag Team affiatato. E oggi sono la miglior coppia in circolazione.

Su UFC, McGregor e Ronda Rousey

Ovviamente, a maggior ragione a una WWE Superstar della sua esperienza, non potevamo fare a meno di chiedere cosa ne pensasse dell'approdo sempre più frequente di atleti dall'UFC, a partire ovviamente da Ronda Rousey:

Lei è diventata una star con una presenza mainstream nell’UFC, quindi ovviamente sarà un’ottima aggiunta anche in WWE. Penso che porterà molta credibilità e molti nuovi spettatori. Ultimamente sono state fatte ottime cose con la divisione femminile, le donne vengono classificate come superstar vere e proprie, mettendo in atto esibizioni sullo stesso livello degli uomini. Quindi Ronda Rousey sarà decisamente un ottimo innesto.

E su un possibile arrivo di Conor McGregor in futuro, Matt Hardy risponde così:

Oltre a essere un grande atleta lui è uno showman, un ottimo intrattenitore. Sono sicuro che verrebbe accettato da tutte le superstar WWE.

Jimmy Uso (che ci disse "meglio se non lo incontro mai per strada"), in realtà, non ne sarebbe così convinto...

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.