Morte Astori, Balotelli contro Dani Alves: "Hai detto ca**ate"

L'attaccante del Nizza duro nei confronti del brasiliano, reo di aver commentato con inopportuna freddezza la notizia del decesso del capitano della Fiorentina.

6k condivisioni 0 commenti

di

Share

Le parole di Dani Alves sulla morte del povero Davide Astori non sono piaciute a nessuno, fatta eccezione per qualche cultore del politically uncorrect a tutti i costi. Tra questi non c'è Mario Balotelli, che non si è trattenuto dal commentare le dichiarazioni del brasiliano del PSG, accusandolo di aver detto "ca**ate". 

Interpellato sulla tragica fine di Astori nella conferenza stampa precedente alla sfida contro il Real Madrid, Dani Alves, evidentemente convinto che esprimere delle condoglianze ai familiari fosse troppo banale, aveva deciso di lanciarsi in una strampalata relativizzazione dell'umana sofferenza, con una spolverata di nichilismo: 

Non lo conoscevo e non eravamo amici, dunque non sono straziato dal dolore. Mi dispiace per la sua famiglia. Ogni giorno muoiono tanti bambini e non importa a nessuno, tutti dobbiamo morire prima o poi

Un memento mori inopportuno, date le circostanze, che ha suscitato l'indignazione di molti, tra cui quella di Mario Balotelli.

Morte Astori, Balotelli contro Dani Alves

Nel corso di una diretta su Instagram con lo youtuber Damiano Er Faina, l'attaccante del Nizza ha rifilato uno sberlone verbale al collega brasiliano:

Poteva risparmiarsela. Doveva fare le condoglianze e basta, mica dire ca**ate. I commenti di fronte alla morte non possono essere quelli. Ha detto cose che non c'entravano un c***o. Astori, tra l'altro, era un bravo ragazzo, educato, lo conoscevo dalla nazionale. Purtroppo non posso andare ai funerali perché abbiamo allenamento, altrimenti avrei preso la macchina e sarei andato. Fa paura pensarci perché era a letto, non aveva niente, e noi calciatori abbiamo controlli una volta al mese

Nella giornata di ieri, Balotelli aveva preso una ferma posizione anche contro l'elezione al Senato di Toni Iwobi, imprenditore di origine bergamasca, tra le file della Lega Nord, invitandolo esplicitamente a vergognarsi. Non è tardata la controreplica del diretto interessato:

Spero che Balotelli si limiti a fare il lavoro che è bravo a fare, cioè il calciatore

Più caustica quella di Matteo Salvini, leader del partito e noto tifoso milanista:

Balotelli non mi piaceva in campo e mi piace ancor meno fuori dal campo

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.