MMA, Inside the Cage: Sean O'Malley, le stimmate del nuovo McGregor

Torna la rubrica tutta dedicata alle arti marziali miste targata FOX Sports.it: protagonista di giornata il ventitreenne del Montana, vittorioso a UFC 222.

Sean O'Malley, peso gallo UFC

191 condivisioni 0 commenti

di

Share

Sean O'Malley ha l'aura della superstar. Lo si vede subito, già da quando si presenta al weigh-in con camicia presa immaginariamente dal guardaroba de "El Chapo" e capigliatura afro su carnagione tipicamente nordica. Un atteggiamento sopra le righe dentro e fuori la gabbia contraddistingue il protagonista di questo nuovo episodio di Inside the Cage, con "Sugar" che è entrato nei cuori di fans e addetti ai lavori delle MMA così come fece a suo tempo un ragazzo di Dublino di nome Conor McGregor. Lo si vede subito che Sean è uno diverso, lo si percepisce sin da quando mette piede nell'ottagono.

Snoop Dogg si innamorò di lui in occasione del Dana White's Tuesday Night Contender Series, dando praticamente di matto non appena O'Malley mise KO il povero Alfred Khashakyan con un pugno devastante. Col rapper statunitense il fighter condivide anche la passione per il fumo, come testimoniano le sue battaglie social sull'utilizzo della cannabis. Questo però è parte del personaggio, con Sugar che s'è già preso le luci della ribalta in UFC con soli due incontri sul groppone. Questo longilineo ragazzotto proveniente dal Montana è stato capace di conquistare tutti, a suon di colpi in spin e counterstriking che tanto ricordano quelli di un certo combattente di Dublino. O'Malley, tuttavia, presenta una sfaccettatura caratteriale diversa da quella di McGregor: quella del ventitreenne infatti pare essere una personalità a tratti controllata - seppur decisamente sopra le righe -, nonché enfatizzata ai massimi termini per favorire l'hype train che lo ha consacrato a nuovo astro nascente delle MMA.

I due confronti in UFC con Terrion Ware e Andre Soukhamthath non hanno fatto altro che confermare quanto di buono visto al DWTNCS, con l'incontro di UFC 222 che ci ha offerto l'opportunità di saggiare la guardia spalle a terra di O'Malley - che tornerà a casa con un infortunio al piede -. Nello specifico il buon Sean ha mostrato un'ottima rubber guard, dalla quale è scaturito un triangolo non chiuso alla perfezione ma che gli ha consentito di mettere alcune gomitate davvero pregevoli. A ciò poi si aggiunge quello striking ricco di flow, nonché capace di regalare combo inimmaginabili per la gente comune. Sì, perché uno spinning back fist a cui segue uno spinning hook kick non è cosa che si vede tutti i giorni all'interno di un ottagono, ma neanche nei più grandi ring della kickboxing. Uno stand up game figlio sia del talento naturale di O'Malley che del lavoro certosino dell'MMA Lab, palestra che ospita atleti del calibro di Benson Henderson, Alex Caceres - fighter a tratti simile a Sean -, Rick Story e John Moraga.

MMA: i prossimi step di Sean O'Malley

I recenti risultati di O'Malley in UFC, nonostante l'hype alle stelle, non lo proietteranno con facilità in top 15: per sbancare una categoria ricca di talenti come i pesi gallo bisognerà che l'imbattuto ventitreenne - che annovera nel suo score una sconfitta da dilettante - affronti nomi di rilievo nel panorama delle MMA mondiali. Ecco perché il prossimo match nella promotion più importante al mondo dovrà mettere Sugar contro un fighter presente nei ranking o quantomeno vicino all'ingresso. In tal senso potrebbero risultare al quanto interessanti le fanta-candidature di Bryan Caraway, Iuri Alcantara, Rob Font, Joe Soto, Teruto Ishihara ed Albert Moraes. Questi combattenti, per un motivo o per un altro, rappresenterebbero un banco di prova al quanto impegnativo per il nuovo pupillo di Dana White, che però si guarderà bene dal bruciare il ragazzo come già accaduto in altre occasioni.

Vota anche tu!

MMA: Sean O'Malley è il nuovo Conor McGregor?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.