MMA, GSP e i potenziali match contro McGregor, i Diaz, Woodley, Askren

Una bella intervista di The MMA Hour all'ex dominatore Georges St-Pierre, il quale ha fatto dei nomi per un suo eventuale ritorno.

MMA, Georges St-Pierre vs Michael Bisping

118 condivisioni 0 commenti

di

Share

Georges St-Pierre (27-2), ex campione dei pesi welter e dei pesi medi UFC, ha rivelato lunedì a The MMA Hour di aver a che fare con una brutta colite ulcerosa, ma che, nonostante la sua condizione, non esclude un clamoroso ritorno nell'ottagono. Infatti, non appena la sua condizione si stabilizzerà, GSP ha rivelato di voler tornare in gabbia, anche se non ha ancora deciso se nella categoria dei pesi welter o in quella dei pesi leggeri.

St-Pierre è il peso welter più grande della storia dello sport, senza se né ma. Recuperando dal suo match di UFC 217, il canadese ha rivelato di aver perso molto peso. Nonostante una foto parecchio preoccupante rinvenuta qualche giorno fa sui social, foto che mostrava un GSP tremendamente dimagrito, il canadese ha detto di aggirarsi fra le 180 e le 185 libbre, adesso.

La vera domanda riguarda chi avrà intenzione di sfidare St-Pierre, una volta che si sarà completamente ristabilito. St-Pierre ha citato più atleti, iniziando dal Bad Boy di Stockton Nick Diaz e proseguendo con Tyron Woodley. St-Pierre vanta già una vittoria per decisione unanime sul maggiore dei fratelli Diaz, avvenuta a UFC 158, evento nel quale GSP difese la sua cintura dei pesi welter.

MMA, l'eventuale ritorno di GSP: chi sfiderà il canadese?

Un match con Nate Diaz - ha esordito GSP - non mi interesserebbe, ho già battuto Nick. E non è un rischio che prenderei perché battere Nate sarebbe una cosa normale per me. La gente si aspetta che io vinca. Ma se dovessi perdere, perderei una grossa parte della mia eredità, perderei il mio nome. Non ho nulla da guadagnare, logicamente parlando.

Una disamina ragionata e ovvia, tipica dell'ex dominatore dei pesi welter.

Inizialmente avrei voluto combattere contro Tyron Woodley. Qualche anno fa chiesi questo match. Ci siamo anche scritti. L'idea di tornare a 185 libbre però aveva già preso piede nella mia testa. Ho combattuto per tutta la carriera a 170, se metto la mia eredità in palio, dev'essere contro qualcuno che sia davvero grande. Il ragazzo (Woodley, ndr) dovrebbe fare qualcosa di speciale. Se devo rischiare, voglio che ne valga la pena. Tyron è un grande campione, ma a mio avviso è stato Wonderboy a vincere l'incontro fra loro due, e i suoi ultimi incontri non sono stati storici. Ha vinto, è stato grande, ma non ha realizzato ancora nulla di speciale.

St-Pierre ha 36 anni ed ha espresso sentimenti simili su Nick Diaz. Per il canadese infatti sarebbe illogico combattere contro un avversario che ha combattuto una volta in cinque anni e che ha perso quell'unico incontro che ha combattuto (contro Anderson Silva a UFC 183, ndr), incontro poi tramutato in No Contest. 

Vedo molta gente - ha continuato GSP - a cui è offerta la possibilità di fare grandi cose, ma loro non la colgono. Ho visto su internet che a Nick è stato offerto un match titolato, ma lui non ha accettato. Combattere con lui oggi per me sarebbe inutile. Non ho nulla da guadagnarci. L'ho già battuto. Ha perso molti dei suoi ultimi match ed è una spina nel fianco. È molto dotato, abile, un vero dito in c*lo, è un rischio che non voglio prendere. Sarebbe stupido da parte mia accettare un match contro di lui. Comunque se dovesse tornare e realizzare qualcosa di grande, come vincere il titolo, beh, allora avrebbe senso. 

Il discorso poi si è spostato sulla stella più luminosa del firmamento UFC: Conor McGregor. I due insieme costituirebbero quella che potrebbe essere la PPV più venduta da UFC. Ma il canadese non si fa attrarre dal goloso guadagno economico che potrebbe conseguirne.

Conor McGregor probabilmente sarebbe quello che potrebbe generare più introiti. Ma in termini di eredità non mi aiuterebbe molto. Dal punto di vista economico, per il pubblico casuale è la sfida principale. Ha portato lo sport a un livello differente. È il più carismatico. Vende, è il miglior venditore nel nostro sport. Ma parliamo di eredità, che è ciò che mi interessa di più, anche più dei soldi. I soldi sono importanti, certo, ma sono più interessato a un "legacy match".

Per chiudere il discorso, GSP ha parlato del tanto discusso dream match contro "Funky" Ben Askren, imbattuto ex campione dei pesi welter Bellator MMA e ONE FC. Askren ha annunciato il ritiro nel corso dello scorso anno, ma ha anche rivelato che l'unico in grado di farlo tornare dal ritiro sarebbe proprio Georges St-Pierre, indiscutibilmente il miglior welter in circolazione. Askren ha dato il via a una campagna sui social per organizzare l'incontro.

Non capisco - ha concluso GSP - come faccia Ben Askren a non essere in UFC. È uno dei migliori welter al mondo. Credo abbia un problema con Dana White, ma rimane uno dei migliori al mondo. E se c'è un fighter che affronterei per valorizzare la mia eredità, quello sarebbe proprio Ben Askren. Ha battuto chiunque. Tutti i fighter in Bellator. Tutti i campioni al di fuori di UFC. Sfortunatamente, credo abbia un problema con Dana White e che non abbia mai avuto la chance di approdare in UFC. E di conseguenza le sue imprese non hanno mai ricevuto l'importanza che meritano. 

MMA, Askren, campione ONE e Bellator MMA
"Funky" Ben Askren, campione dei pesi welter ONE FC e Bellator MMA

È un ragazzo estremamente talentuoso, molto pericoloso e nessuno sa come mai non si sia mai esposto al grande pubblico. Ma rimane molto forte. Prima di combattere contro di me, avrei preferito che il suo talento fosse stato messo in mostra, così combatterci sarebbe stata una win-win situation. In caso contrario dovrei combattere un fighter estremamente pericoloso, ma che nessuno conosce. È triste, ma è il modo in cui la vedo. E il fatto che io lo stia dicendo ora in un'intervista con voi è perché mi interessa che la gente lo conosca, voglio che abbia una chance in UFC, che combatta coi "cani grossi", i ragazzi più forti nello sport. Credo che sia sicuramente almeno un top 5, forse addirittura top 3 nella divisione dei welter.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.