Serie B, Sebastiani su Zeman: "Neanche lui voleva restare a Pescara"

Il presidente degli abruzzesi spiega i motivi che lo hanno portato all'esonero del boemo: "Lui e il suo staff non si sono presentati ad una riunione tecnica".

Serie B, i motivi dell'esonero di Zeman a Pescara

407 condivisioni 3 commenti

di

Share

L'esperienza di Zeman sulla panchina del Pescara, la seconda dopo quella della stagione 2011/2012, si è chiusa ieri con il comunicato del club che annunciava di aver sollevato il boemo dall'incarico di allenatore.

La decisione è stata presa direttamente dal Presidente Daniele Sebastiani, un giorno dopo la sconfitta patita in casa del Cittadella nella partita valida per la 29esima giornata del campionato di Serie B.

Nella serata di ieri sono arrivate anche le prime parole del massimo dirigente della società abruzzese, che ha commentato la decisione di esonerare Zeman svelando che questa scelta è arrivata anche per motivazioni che non riguardano il rendimento della squadra.

Zdenek Zeman
Zeman è stato esonerato dal Pescara

Serie B, il presidente del Pescara Sebastiani su Zeman: "Neanche lui voleva restare"

Sebastiani ha parlato ai microfoni del Tg3 Abruzzo, rivelando un retroscena risalente alla mattina di ieri che lo ha portato ad allontanare Zeman. Il tecnico lascia il Pescara con un bottino di 36 punti raccolti in 28 partite di Serie B, dato che c'è da recuperare la sfida col Carpi.

Alle 9:30 era fissata una riunione tecnica ma lui e il suo staff non si sono presentati, segno che neanche loro volevano rimanere a Pescara.

Il presidente si è detto dispiaciuto delle dimissioni del ds Pavone che aveva fortemente voluto il ritorno del boemo in Abruzzo e ha dichiarato che il tecnico della primavera Epifani siederà sulla panchina del Pescara da qui a fine stagione.

Epifani è giovane e darà una scossa allo spogliatoio. Ce n'è bisogno, il ritorno di Zeman è stato un errore.

Dopo un giorno che ha rappresentato una sorta di rivoluzione in casa Pescara, Sebastiani si affiderà quindi all'allenatore delle giovanili nella speranza di allontanarsi dalla zona playout (attualmente a 7 punti di distanza) e guadagnarsi una salvezza tranquilla.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.