Liga, Valencia-Betis 2-0: Rodrigo e Zaza stendono gli andalusi

La squadra di Marcelino rimane in scia del Real Madrid terzo: ritorna al gol dopo 85 giorni l'ex Juventus, che poi esulta in maniera polemica. Betis sfiduciato e poco pericoloso.

757 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il Valencia batte 2-0 il Betis e rimane attaccato al terzo posto della Liga. Nel primo tempo segna Rodrigo, nella ripresa Zaza chiude i giochi in maniera definitiva ritrovando il gol dopo 85 giorni ed eguagliando la sua miglior stagione dal punto di vista realizzativo (11 gol col Sassuolo nel 2014/15). Quarto posto in classifica, la Champions League è sempre più realtà.

Esulta in maniera polemica l'ex attaccante della Juventus, mimando le chiacchiere, le critiche, piovute nell'ultimo periodo. Ma i gol fanno sempre sorridere, soprattutto quando servono per mettere in chiaro il risultato e portare a casa i 3 punti.

Sabato 10 il Valencia affronterà il Siviglia di Montella, quinto in Liga a 8 punti. Uno scontro diretto per la Champions che i valenciani affronteranno con molta meno pressione. Zaza&Co si mantengono quarta forza calcistica spagnola. Avversarie avvertite, Real Madrid in primis: terzo con un solo punto di vantaggio.

Liga, Valencia-Betis: subito Rodrigo

Ci pensa Rodrigo a sbloccare una partita che il Valencia gioca bene, senza però sfociare con continuità in qualche manovra d’attacco importante. Al 23’ l’attaccante lanciato da Guedes salta un avversario in velocità e infila Adan. Esulta Marcelino, buon inizio dei suoi già in vantaggio. Kondogbia è un muro a centrocampo, Parejo regala belle giocate. Il Betis invece ci prova, ma la manovra è sempre confusionaria. Al 38’ Santi Mina si fa male: scatta il momento di Simone Zaza. Si va al riposo con i padroni di casa in vantaggio.

Nella ripresa il risultato non cambia

Ha bisogno di punti il Valencia in Liga per rimanere in alto. Dicevamo di Kondogbia, un altro giocatore rispetto a quello visto all’Inter. Recupera palla e lancia Zaza, che con il mancino sigla il secondo gol e mette la partita al sicuro. Esultanza un po’ polemica, il Mestalla però applaude e si gode il risultato.

Si rivede il Betis con Ruben Castro, Neto si oppone sempre con prontezza. Il match si potrebbe riaprire al 75’ quando Bartra di testa segna l’1-2. L’arbitro Hernandez Hernandez però, fischia un fallo (inesistente) ai danni proprio di Neto. Risponde Coquelin, pallone fuori di un soffio dopo la deviazione di Adan. Il Valencia chiude in avanti, ma è tutto finito.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.