Mondiali Russia 2018: negli stadi permesse cocaina, eroina e cannabis

Le leggi consentiranno ai tifosi di portare narcotici e psicofarmaci. Basta avere le giuste prescrizioni mediche: le forze dell'ordine dovranno controllare l'autenticità.

4k condivisioni 1 commento

di

Share

Saranno dei Mondiali stupefacenti. Volete ammirarli dal vivo e portare con voi cocaina, codeina, morfina, anfetamina, cannabis e perfino dell’eroina? Bene (anzi, male!), potrete farlo tranquillamente. E se pensate sia una fake-news, allora siete fuori strada. È tutto vero. Sebbene possa sembrarvi (giustamente) un messaggio che non abbia nulla a che fare con il mondo dello sport. 

Una scappatoia bucoratrica, infatti, permetterà ai tifosi di partecipare alla Coppa del Mondo Fifa 2018 introducendo negli stadi diversi tipi di narcotici e psicofarmaci. Come? Basta presentarsi con le giuste prescrizioni mediche.

L’Unione economica euroasiatica con sede a Mosca (EAEU), un blocco congiunto di Paesi tra cui la Russia (nazione ospitante), il Kazakistan e la Bielorussia, non impedirà l’ingresso delle sostanze stupefacenti se accompagnate dal supporto di una documentazione medica. E queste nuove regole saranno applicabili per tutti i milioni di supporters che raggiungeranno la Russia per i Mondiali in programma a giugno e a luglio.

Mondiali Russia 2018
Mondiali Russia 2018: sarà permesso entrare negli stadi con psicofarmaci e sostanze stupefacenti

Mondiali Russia 2018: negli stadi permesse cocaina, eroina e cannabis

Non è uno scherzo: tutto legale, insomma. A patto di avere con sé una prescrizione medica scritta in inglese o in russo. Sugli spettatori vigeranno le leggi della Federazione Russa sulla condotta corretta, che saranno ancora in vigore in tutte e 11 le città che ospiteranno gli incontri dei Mondiali di calcio. Ma, paradossalmente, sarà vietato fumare nei locali di Mosca, San Pietroburgo e Sochi. 

Mondiali Russia 2018
Mondiali Russia 2018: i tifosi, muniti di prescrizione medica, potranno portare con sé cocaina, eroina e cannabis

Il Comitato Organizzatore, martedì scorso, ha confermato che i narcotici saranno autorizzati e che le forze dell’ordine avranno il compito di verificare l’autenticità delle prescrizioni nei vari posti di controllo. La Federazione Russa ha stabilito però la necessità della registrazione doganale per portare fino a sette diversi tipi di psicofarmaci. I viaggiatori in Russia dovranno compilare dei moduli su cui trascrivere i farmaci specifici da introdurre nel Paese. Stupefacente...

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.