Calcio, i 5 (possibili) punti del programma elettorale di Zeman

La lotta alla disoccupazione giovanile va combattuta sul modello Pescara. Per rilanciare l'economia, invece, basta puntare sul calciomercato.

207 condivisioni 0 commenti

di

Share

E così, Zeman si è schierato: l'allenatore del Pescara ha scelto di stare dalla parte del Movimento 5 Stelle perché, parole sue, è l'unico a presentare un programma sullo sport. Il Boemo è così, non puoi costringerlo nello schema del politically correct, lui dice poche cose ma quando parla lo stanno tutti a sentire. Poche parole, ma incisive. Come un vero leader.

Ecco: cosa succederebbe se Zeman decidesse di dedicarsi alla carriera politica? Di fondare un partito, di chiamarlo Movimento 5 attaccanti, o Partito Offensivo, o Ala destra. Un'unione che permetta di rilanciare l'Italia, con un occhio sempre rivolto al calcio, il terreno dove il Boemo si trova più a suo agio. Non potrebbe essere altrimenti, dato che ci vive da 40 anni.

Un programma elettorale serio, diviso in 5 punti con un unico obiettivo: far rinascere il Paese, come fosse il suo Pescara del 2011, riportato in Serie A dopo diciannove anni. Tra talenti da scoprire (e da rivendere) e metodi di attacco politico, ecco i cinque (possibili) step che Zeman vorrebbe seguire per il rilancio dell'Italia. Attenzione: contiene calcio. Molto calcio.

Calcio, Zeman al governo: cosa succederebbe?
Larghe intese?

Calcio, lista Zeman: i punti del programma

1) Lotta alla disoccupazione giovanile

Tuo figlio ha 20 anni e non trova lavoro? Nessun problema, c'è il Pescara di Zeman: come successo per Immobile, Insigne e Verratti, un contratto con il club abruzzese è quello che ci vuole per un futuro nel mondo del lavoro. I risultati sono sotto gli occhi di tutti: oggi i tre talenti guadagnano milioni su milioni, e la fuga di piedi ha riguardato solo il centrocampista. I due attaccanti, invece, hanno fatto fortuna in Italia. Gioco, partita, incontro.

2) Rilancio economico

E al primo punto si collega il secondo. Perché se c'è bisogno di liquidità basta far muovere l'economia del calciomercato: 12 milioni per Marco Verratti da reinvestire di nuovo nell'occupazione giovanile. Un modello che il Pescara, negli anni, ha continuato a seguire: basti citare Torreira (2 milioni) e Lapadula (9 milioni), esempi concreti di un sistema economico che funziona. 

Calcio, cosa farebbe Zeman se scendesse in politica?
Lasciarsi bene.

3) Attacco all'avversario politico

Perché non è vero che bisogna tirare dritti senza guardare nessuno. Perché la politica è anche scontro: ci sono avversari che hanno idee diverse, vanno sfidati e sconfitti. Bisogna pensare a smontare le loro difese con attacchi continui, sfruttando i loro punti deboli e mettendo in campo un 4-3-3 ultra offensivo, invadendo tutti i talk show possibili per spiegare al pubblico le ragioni del Movimento 5 attaccanti/Partito offensivo/Ala destra. 

4) Nessuna difesa dagli attacchi avversari

Per contro, non bisogna badare agli attacchi avversari. C'è da tapparsi le orecchie e continuare a parlare: anche se si subisce un gol non è un problema, c'è sempre tempo per recuperare. In questo modo ne beneficerà anche il talk show, che le volte successive avrà più interesse a convocare gli esponenti del partito. La voce si alza, gli argomenti si sommano, il gol subito diventa solo un lontano ricordo. E si può tornare ad attaccare.

5) Abolizione della tassa sulle sigarette

Ok, questo punto non va neanche spiegato.

Calcio, ecco i 5 (possibili) punti del programma politico di Zeman

Punto bonus

Se non sei in linea col partito, comunque, nessun problema. Il Boemo è una persona tollerante. Puoi dissentire, puoi dire la tua, puoi alzare la voce e far sentire le tue ragioni. Poi, però, alla prossima riunione di partito ti toccherà fare 1000 serie gradoni.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.