Bayern Monaco, ecco chi è Christian Früchtl: il Neuer del futuro

Il club bavarese ha rinnovato il contratto del portiere classe 2000 considerato una vera promessa del calcio tedesco: è il più giovane mai convocato dal club.

Il Bayern Monaco ha già trovato il Manuel Neuer del futuro: è Früchtl

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Problema risolto prima ancora che si palesasse. Il Bayern Monaco potrebbe avere trovato il portiere per i prossimi 15 anni. Non perché Manuel Neuer possa difendere i pali del club bavarese fino ai 46-47 anni, ma perché nel settore giovanile dei campioni di Germania c'è il suo sostituto.

Si tratta di Christian Früchtl, che lo scorso 28 gennaio ha compiuto 18 anni. Il Bayern Monaco ha comunicato di aver rinnovato il suo contratto (era in scadenza) fino al 2020. Non tanto, ma il giusto per stimolarlo senza dargli garanzie.

Früchtl infatti è una promessa, il talento migliore del settore giovanile del Bayern Monaco. A soli 15 anni Guardiola lo portò con se in Qatar per il ritiro invernale della squadra bavarese. Mai è stato convocato un giocatore più giovane.

Vota anche tu!

Früchtl sarà davvero il nuovo Neuer?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Bayern Monaco, il ritratto di Früchtl

La scorsa estate Ancelotti lo ha portato invece con sé in Cina per la tournée. Aveva dichiarato di volerlo far esordire, ma non ne ha avuto il tempo. Delle potenzialità di Früchtl infatti sono tutti convinti. Da sempre. Sembra essere un predestinato. La sua statura è indicativa: con i suoi 193 centimetri è nettamente più alto sia di papà Erwin (178) che di mamma Margit (177). A 15 anni portava già il 50 di scarpe.

Eppure il padre non voleva facesse il calciatore, bensì il musicista, proprio come lui. Per questo Früchtl da piccolissimo suonava sassofono e clarinetto. Poi però ha dovuto smettere. Nonostante i tanti complimenti che riceve, lui resta con i piedi per terra. Va al campo d'allenamento in tram e senza borsone: gli basta una busta di plastica. Piccoli segnali, altamente significativi. Il Bayern Monaco potrebbe aver risolto il problema del sostituto di Neuer prima ancora che diventasse realmente tale.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.