Neymar, ti operi o no? Scontro tra PSG e Brasile

Il brasiliano è fermo ai box per una distorsione alla caviglia: il Brasile spinge per l'operazione, il PSG per la terapia conservativa.

316 condivisioni 0 commenti

Share

Neymar si opera sì o no? In casa PSG è questa la domanda da un milione di dollari. Perché da una parte c'è il tecnico Unai Emery che assicura che "Neymar non sarà operato", dall'altra la stampa spagnola che dà per scontata la soluzione chirurgica. E poi c'è il padre del brasiliano che a ESPN dichiara: "La decisione sarà presa dalla società, non dal giocatore. Vedremo come procedere anche insieme al medico della nazionale brasiliana arrivato a Parigi. L'obiettivo è che Neymar recuperi al meglio. Il PSG sa che per 6-8 settimane non sarà a disposizione". 

Con ogni probabilità Neymar, ko per una "distorsione alla caviglia e una microfrattura al quinto metatarso", non recupererà per il ritorno degli ottavi di Champions League contro il Real Madrid in programma il 6 marzo al Parco dei Principi. E se i Blancos dovessero eliminare i parigini, le possibilità di un'operazione aumenterebbero esponenzialmente. 

Per quest'ultima soluzione sta spingendo fortemente il Brasile, ansioso di avere l'ex Barcellona al top della forma per i prossimi Mondiali che si disputeranno in Russia. Ma il PSG spera che la terapia conservativa porti frutti e farà di tutto per non mandarlo sotto i ferri. Vuole riaverlo prima che la stagione finisca. Nelle prossime ore sarà presa una decisione. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.