Olimpiadi invernali, Sofia Goggia e la sua previsione ad appena 9 anni

A 10 anni ancora da compiere, la bergamasca aveva già le idee chiarissime su quello che sarebbe stato il suo futuro. Ecco quale obiettivo si era posto la sciatrice.

Sofia Goggia, vincitrice della medaglia d'oro alle Olimpiadi invernali

193 condivisioni 0 commenti

di

Share

Non si può davvero dire che non avesse le idee ben chiare in mente da tempo, Sofia Goggia. Una delle tre medaglie d’oro azzurre di queste Olimpiadi invernali appena concluse, infatti, ha mostrato tutta la sua determinazione con un successo insperato, che ha riportato con la mente ai tempi di Alberto Tomba e Deborah Compagnoni.

Certo, i paragoni con queste due leggende dello sci alpino italiano alle Olimpiadi invernali sono ancora prematuri, in fondo l’oro di Sofia Goggia è solo la prima medaglia per l’atleta bergamasca. Ma le qualità per poter sognare anche in ottica futura ci sono davvero tutte.

A partire dalla determinazione di cui parlavamo prima, emersa chiaramente dalle interviste a cui Sofia Goggia si è prestata nei giorni successivi a quella sua medaglia d’oro. La sciatrice si è infatti mostrata estremamente sicura di sé e delle sue qualità sugli sci, come se avesse percepito che quella della Discesa Libera potesse essere davvero la sua gara, ancora prima di lanciarsi scivolare sulla neve di PyeongChang a oltre cento chilometri orari. Come se lo sapesse da tempo. E non da giorni, settimane o mesi. No, si tratta di anni. Circa 16 per la precisione, come testimoniato su Twitter dalla stessa campionessa.

Olimpiadi invernali, la premonizione di Sofia Goggia

Sofia, infatti, dopo aver ribadito più volte che quello di vincere la medaglia d’oro alle Olimpiadi invernali fosse da sempre il sogno della sua vita, ha confermato con i fatti che quelle sue parole non fossero il solito luogo comune che si sente regolarmente dopo praticamente ogni vittoria ai giochi olimpici. No, lei non bluffa quando dice certe cose.

Sul suo profilo Twitter ha postato un’immagine estremamente significativa, che testimonia la coerenza delle sue parole, con tanto di documento chiaro a suo supporto. Si tratta di una scheda che l’allora Sofia Goggia di 9 anni aveva compilato, scrivendo i suoi obiettivi sportivi nel breve, medio e lungo termine.

E quello primario era uno, scritto in modo chiarissimo: “Vincere le Olimpiadi di Discesa Libera”.

Era il 2 ottobre 2002. Poco meno di sedici anni fa, insomma, Sofia Goggia aveva già stabilito quale dovesse essere il suo futuro. Giorno dopo giorno ha lavorato per raggiungere il suo obiettivo e, esattamente 5621 giorni dopo, lo ha raggiunto, nelle Olimpiadi invernali di PyeongChang, trasformando quello che poteva apparire come il semplice sogno di un bambino in realtà. Più idee chiare di così...

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.