Liga, Valencia - Real Sociedad 2-1: decide la doppietta di Santi Mina

Terza vittoria consecutiva che consente alla squadra di Marcelino di consolidare il quarto posto in classifica, mentre è la sconfitta numero quattro nelle ultime sei per i baschi.

370 condivisioni 0 commenti

di

Share

Come complicarsi una partita già vinta. Chiedere al Valencia, che alla fine del match deve dire grazie al proprio centravanti: due tiri e due gol per Santi Mina, l'hombre del partido. È la doppietta dell'ex Celta Vigo a blindare il quarto posto nella Liga dei ragazzi di Marcelino: terza vittoria consecutiva, rimangono 8 i punti di vantaggio sul Villarreal (vittorioso sul Getafe).

Al Mestalla è dominio Valencia sin dai primi minuti. Con la prima frazione che si chiude con il vantaggio firmato da Mina, abile a sfruttare l'assist di Montoya. A inizio ripresa arriva il pareggio di Oyarzabal che illude la Real Sociedad, reduce dall'eliminazione in Europa League per mano del Salisburgo.

Complice anche la stanchezza per l'impegno infrasettimanale, i padroni di casa riescono ad avere la meglio con il solito Mina. Sono 11 i gol in campionato per l'attaccante spagnolo. Tre punti fondamentali per il le ambizioni Champions di Marcelino e della sua squadra.

Liga, Valencia - Real Sociedad: la cronaca del match

Così come le altre partite della Liga, anche al Mestalla prima dell'inizio della partita viene osservato un minuto di silenzio in onore di Inocencio Arias, il poliziotto morto durante gli scontri di Europa League dello scorso giovedì. La commozione lascia spazio al calcio giocato dopo il fischio d'inizio del signor González Fuertes.

Parte meglio il Valencia, in assoluto dominio del campo. Possesso palla dei padroni di casa che mette in apprensione la Real Sociedad, che poco dopo il quarto d'ora rischia di andare sotto: doppia occasione per i ragazzi di Marcelino, prima con il tiro da fuori di Coquelin e sulla respinta di Toño non trova la porta Rodrigo. Sempre Valencia pericoloso, stavolta è la punizione di Parejo a spaventare il portiere ospite, che devia in angolo il pallone velenoso calciato dal 10 avversario.

All'ennesimo tentativo arriva l'episodio che sblocca il match. Assist di Montoya, gol di Santi Mina: il cross dalla destra dell'ex Inter taglia fuori tutta la difesa della Real e sul secondo palo c'è il classe '95 che ringrazia mettendo dentro il pallone dell'1-0. Tocca la doppia cifra: decimo gol in stagione nella Liga, il quarto nel 2018. Da quel momento in poi il Valencia si limita a contenere la reazione della squadra di Sacristan, mai pericolosa dalle parti di Neto.

Botta e risposta nella ripresa

Nessun cambio al rientro in campo delle squadre. Non solo per quanto riguarda gli uomini, ma anche per l'andamento della partita. È sempre il Valencia ad avere ben salde le redini del match. La pericolosità delle azioni offensive però non è paragonabile a quella del primo tempo.

E se il gol del raddoppio non arriva, ecco sbucare l'errore che costa il pareggio ai padroni di casa. Troppa sufficienza di Murillo in fase di costruzione, la Real Sociedad recupera il pallone e verticalizza subito per Oyarzabal: freddo il classe '97 a battere Neto e fare 1-1. È il settimo sigillo in campionato per il giovane attaccante. 

Marcelino corre subito ai ripari mettendo dentro l'artiglieria pesante: fuori Soler, non la sua miglior partita, dentro Simone Zaza. Ed è proprio da un pallone recuperato dall'ex Juventus che nasce il nuovo vantaggio del Valencia. Anche se il merito maggior - se così lo vogliamo chiamare - è da attribuire alla papera di Toño: cross teso di Rodrigo, il portiere non blocca il pallone e consente a Santi Mina di esultare per la seconda volta.

Tutt'altro che chiusa la questione. La Real Sociedad non si arrende e a dieci minuti dalla fine rischia di pareggiare nuovamente: punizione tagliata di Canales, Neto respinge prima che il pallone oltrepassi la linea bianca e sulla conclusione successiva di De La Bella il portiere brasiliano si ritrova la sfera sul gomito. Non è gol, nonostante le reiterate proteste dei giocatori baschi. Il tempo scorre e il risultato non cambia. Vince il Valencia, sempre più quarto.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.