Eredivisie, Feyenoord-PSV Eindhoven 1-3: Cocu vola a +7 sull'Ajax

Il PSV vince e vola a +7 sui Lancieri secondi in classifica. Settimana da dimenticare per i Rotterdams dopo la rissa in allenamento e la sconfitta nel de Topper.

204 condivisioni 0 commenti

di

Share

Volli, fortissimamente volli. Il PSV Eindhoven vince e lo fa con la forza, la tecnica e la qualità dei primi in classifica in Eredivisie che vogliono sfruttare il passo falso della seconda, l'Ajax, che ha pareggiato sul campo del Den Haag. Primo tempo dominato dalla squadra di Cocu al de Kuip dove i padroni di casa del Feyenoord sembrano non scendere nemmeno in campo e accettare la superiorità del PSV. 

Arias, Bergwijn e Pereiro mattatori e protagonisti, con gol e assist, della vittoria del PSV che lascia letteralmente le briciole al Feyenoord che, a parte ad inizio secondo tempo, non è mai sembrato in grado di ostacolare davvero i primi in classifica nonostante la squadra di von Bronckhorst sia stata costruita in estate per rivincere il titolo in Eredivisie spendendo anche con cifre importanti.

Il de Topper prende fuoco nei primi minuti del secondo tempo quando grazie a Vilhena il parziale di 0-2 si dimezza a 1-2, ma nulla da fare perché non passano nemmeno 5' e il PSV allunga le distanze nuovamente grazie a Pereiro. Il Feyenoord ora deve sperare di vincere la coppa olandese per poter partecipare alla prossima Europa League altrimenti sarà una stagione fallimentare. Il PSV Eindhoven invece si porta a +7 sull'Ajax e vede la sua ventitresima Eredivisie sempre più vicina.

Eredivisie, Feyenoord-PSV Eindhoven: Rotterdams non pervenuti nel primo tempo

Il PSV parte subito forte e fa vedere perché è primo in classifica e non perde da nove partite. Tiro in porta dopo 37 secondi. Il Feyenoord prova timidamente a farsi vedere dalle parti di Zoet, ma senza troppo successo. La squadra di Cocu vuole sfruttare il regalo fattogli dall'Ajax che ha pareggiato contro il Den Haag per 0-0 e andare a +7 sulla squadra di ten Hag. E dopo 23' la partita si sblocca. Calcio d'angolo per il PSV battuto corto, palla che arriva al limite dell'area a Bergwijn che di prima intenzione mette in mezzo per Arias che taglia benissimo e si avvita sul pallone colpendolo di testa: palla da una parte e portiere dall'altra. PSV in vantaggio.

Per il terzino destro è il secondo gol consecutivo, il terzo in stagione. Il Feyenoord perde un po' la bussola e infatti dopo dieci minuti prende il secondo gol. Protagonista l'uomo assist del primo gol: Steven Bergwijn. Ramselaar recupera un pallone importante a centrocampo e di tacco libera Gaston Pereiro, l'uruguayano ha una visione e con un lancio perfetto serve l'accorrente Bergwijn che difende palla, entra in area e con un tocco sotto delicatissimo supera Jones e fa 0-2. Gioco partita e incontro. La squadra di van Bronckhorst non si riprende anzi rischia di capitolare e chiudere la prima frazione in svantaggio di tre gol, ma la fortuna e l'imprecisione degli avversari graziano i Rotterdams.

Vilhena accorcia, Pereiro rimette le cose a posto

Nel secondo tempo il Psv vuole gestire e sembra poterlo fare, ma troppa sicurezza non va mai bene e infatti: la difesa dei primi in classifica libera male e i Rotterdams recuperano palla sulla destra al limite dell'area. Boetius sfonda e mette in mezzo un pallone preciso che chiede solo di essere appoggiato in rete. Vilhena infatti in terzo tempo anticipa la difesa del PSV e batte Zoet: 1-2. Il Feyenoord ci crede e prova a pareggiarla, ma nel suo momento migliore il PSV punisce i padroni di casa: rimessa laterale palla a Bergwijn che calcia, Jones respinge male e la palla rimane lì. Sul pallone si avventa Gaston Pereiro che insacca: 1-3 e equilibri ristabiliti.

La scelta azzardata d'inizio partita ripaga Cocu. L'ala destra del Feyenoord non giocava titolare da nove partite e addirittura zero minuti in campo nelle ultime cinque. Oggi un gol e un assist. Il de Topper prende fuoco. Saltano gli schemi e le squadre si allungano e a beneficiarne sembra essere ancora una volta il PSV. La squadra di Cocu però affonda timidamente mentre quella del suo ex compagno al Barcellona, invece, sembra arrendersi e con poche emozioni cala il sipario al de Kuip. Il PSV vince e vede vicino il titolo di campioni d'Olanda, il Feyenoord perde il quarto de Topper di stagione e ora punterà tutto sulla coppa olandese. Una settimana da dimenticare, dunque, per gli uomini di van Bronckhorst dopo la rissa in allenamento.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.