Guardiola, Puigdemont e il nastro giallo: accuse dalla FA

Pep ha indossato il nastro giallo per sostenere la Catalogna ed è stato accusato di aver nascosto il politico sul suo aereo. La FA punta il dito contro il tecnico.

Guardiola FA

393 condivisioni 0 commenti

di

Share

Essere il manager in vetta alla Premier League non preclude un ruolo di sostegno alla causa politica. O almeno così vorrebbe Pep Guardiola, che si prepara a scendere in campo contro la FA per difendere la sua libertà di opinione sui campi d'Inghilterra.

Il tecnico del Manchester City è tornato alla ribalta delle cronache non per gli ottimi risultati tra campionato e coppe, bensì per il suo sostegno alla causa catalana. Durante le ultime partite dei Citizens e in conferenza stampa, infatti, ha indossato un nastro giallo che rappresenta la sua vicinanza a Los Jordis, ovvero Jordi Sanchez e Jordi Cuixart, i due attivisti catalani e leader indipendentisti arrestati ad ottobre.

g
Non solo in campo, Guardiola ha indossato il nastro giallo anche in conferenza stampa

Come se non bastasse, Guardiola avrebbe volato di nascosto con Carles Puigdemont. L'ex presidente della Generalitat de Catalunya, su cui pende un mandato d'arresto all'interno del territorio spagnolo, è nel mirino della Guardia Civil, che sia domenica che giovedì ha intercettato l'aereo privato di Pep, atterrato a Barcellona. L'obiettivo era quello di scoprire se in volo ci fosse proprio il politico catalano. Il manager ha comunque minimizzato l'accaduto:

Ho spiegato la mia posizione appena arrivato a El Prat, non c'è motivo di agitarsi. Non conosco bene le normative aeroportuali, ma immagino che la Guardia Civil avesse il diritto di essere lì ed esercitare controlli di rito.

Guardiola e Puigdemont, il nastro giallo costa caro?

Per quel che riguarda il futuro tra Guardiola e la FA, l'accusa è di aver violato la norma federale secondo la quale non è possibile esporre messaggi di carattere politico. È vietato, infatti, indossare indumenti o trasportare oggetti che possano risultare eticamente o moralmente offensivi o in grado di veicolare ideologie politiche. Nonostante le accuse, Pep non fa nessun passo indietro:

Due persone sono in carcere per aver rivendicato la possibilità di votare. Vanno aiutati e finché rimarranno lì, avranno il mio sostegno.

La FA, in ogni caso, ha aperto un fascicolo e studierà il legame tra il regolamento e gli eventi in cui Guardiola si è presentato con il nastro giallo. Il manager del Manchester City ha tempo fino al 5 marzo per rispondere formalmente alle azioni intraprese dalla federazione.

Vota anche tu!

Caso Guardiola: gli sportivi esternano la propria idea politica

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.