Olimpiadi invernali: la Russia ci sarà alla cerimonia di chiusura?

Dopo le polemiche dovute al doping, i russi collaborano con le istituzioni per annullare la sospensione del proprio comitato olimpico entro la cerimonia di chiusura.

La Russia vuole partecipare alla cerimonia di chiusura delle Olimpiadi invernali

51 condivisioni 0 commenti

di

Share

Fine settimana, fine torneo. Domenica ci sarà la cerimonia di chiusura delle Olimpiadi invernali. Sfileranno vinti e vincitori, gli atleti soddisfatti e quelli consapevoli di aver perso un'occasione. Ci saranno tutti. Potrebbe però mancare ancora la Russia. Non ancora risolti i problemi col CIO (comitato olimpico internazionale), potrebbe esser esclusa nuovamente.

In pieno spirito olimpico si sta però cercando di chiudere le polemiche legate allo scandalo doping. Le Olimpiadi invernali si devono chiudere con il sorriso, sotterrando l'ascia di guerra. Per questo la Russia spera ancora di riuscire ad annullare la sospensione del proprio comitato olimpico entro domenica.

Ufficialmente infatti la Russia non ha partecipato a questa edizione delle Olimpiadi invernali. Gli atleti non potevano esibire la propria bandiera e risultavano appartenenti alla Oar (acronimo di Olympic athlete of Russian). Si sta però lavorando per trovare un accordo.

Vota anche tu!

Il CIO dovrebbe permettere alla Russia di partecipare alla cerimonia di chiusura?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Olimpiadi invernali, la Russia presente alla cerimonia di chiusura?

Il caso di Aleksander Krushelnystky in tal senso è significativa. L'atleta di curling ha vinto il bronzo nel doppio misto insieme alla moglie Anastasia Bryzgalova, ma è risultato positivo a un doppio controllo antidoping per Meldonium. Krushelnystky ha deciso di riconsegnare la medaglia (che andrà alla Norvegia), rinunciando al ricorso al Tas. Il russo ha preso tale decisione, pur professandosi innocente, subito dopo un incontro tra Thomas Bach, il presidente del CIO e Igor Levitin, vice presidente del comitato olimpico russo e braccio destro di Vladimir Putin. I russi vogliono collaborare con le istituzioni per essere riaccolti il più in fretta possibile nel cerchio olimpico e riuscire a partecipare, con tanto di bandiera, alla cerimonia di chiusura.

Ivanka Trump
Ivanka Trump

Domenica all'ultimo atto delle Olimpiadi invernali ci sarà invece Ivanka Trump, figlia maggiore del presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Il viaggio della donna, che è anche un consigliere ufficiale del padre, intende celebrare il successo dell'ospitalità delle Olimpiadi di Pyeonchang oltre che la comprensione reciproca dell'alleanza Corea-Stati Uniti. Fine settimana, fine torneo. Ma i rapporti politici, come sempre, andranno anche oltre.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.