Europa League, le probabili formazioni delle quattro italiane

Sarri non rinuncia al turn-over, il Milan cerca i gol di André Silva e la Lazio dovrà ribaltare la sconfitta in Romania. L'Atalanta è chiamata all'impresa contro il Borussia Dortmund.

218 condivisioni 0 commenti

di

Share

Dopo la Champions League, torna in campo l'Europa League: dopo le gare di andata di una settimana fa, i ritorni di stasera concluderanno i sedicesimi di finale della competizione. Quindici partite (una si è giocata ieri, con il CSKA Mosca capace di eliminare la Stella Rossa con gol dell'eterna promessa Dzagoev) di cui ben 4 con protagoniste squadre italiane.

Di queste, il Milan ha il passaggio del turno praticamente assicurato: a San Siro dovrebbe davvero andare in scena l'impensabile per permettere ai bulgari del Ludogorets di ribaltare il 3-0 recapitato loro a domicilio dai rossoneri. Una vittoria che è un chiaro segnale di quanto Gattuso stia facendo bene come allenatore e che gli permetterà stasera di far ruotare diversi uomini in vista dei prossimi impegni di campionato, dove nonostante gli ultimi risultati positivi il Diavolo non può permettersi passi falsi.

Più complicate le situazioni delle altre tre squadre: la Lazio parte dalla sconfitta 1-0 rimediata in trasferta contro la Steatua Bucarest, ma è ragionevole pensare che superare i rumeni tra le mura amiche non sia un'impresa così complicata. Intrigante la gara che l'Atalanta giocherà al Mapei Stadium di Reggio Emilia contro il Borussia Dortmund: i tedeschi si sono imposti all'andata in casa per 3-2 con grande sofferenza, il ribaltone è possibile ma non sarà facile, vista la pericolosità dell'attacco ospite. Disperata invece la sfida del Napoli, chiamato a una vera e propria impresa in quel di Lipsia: rimontare l'1-3 incassato sette giorni fa al San Paolo è compito quasi impossibile.

Europa League, ecco le formazioni delle italiane

Andiamo così ad analizzare le formazioni che scenderanno in campo stasera in Europa League, in un turno che potrebbe influire non poco sul ranking UEFA dell'Italia.

RB Lipsia - Napoli

L'andata al San Paolo è stata deludente per tutti: era noto che Maurizio Sarri, dovendo scegliere tra Europa League e campionato, avrebbe puntato su quest'ultimo. Nonostante questo, il tracollo dell'andata (1-3) tra le mura amiche non è andato giù al tecnico, che stasera in Germania si aspetta di vedere una reazione. Passare il turno è molto complicato, gli azzurri dovrebbero segnare tre reti senza subirne, inoltre c'è un sogno chiamato Scudetto da continuare a inseguire e la rosa non sembra disporre di tante risorse.

Ecco perché Sarri farà turn-over, seppur parzialmente: in difesa Tonelli e Maggio sostituiranno Albiol e Hysaj, in attacco giocherà Ounas mentre Callejon agirà da centravanti al posto di Mertens. Rivoluzione completa a centrocampo, dove si schiereranno Rog, Diawara e Zielinski, che il mister partenopeo ha definito "il futuro De Bruyne". Restano a riposo tutti e tre i titolari: Allan, Jorginho e Hamsik.

NAPOLI (4-3-3): Reina; Maggio, Koulibaly, Tonelli, Mario Rui; Rog, Diawara, Zielinski; Ounas, Callejon, Insigne. All. Sarri

Maurizio Sarri osserva la gara di andata a bordo campo

Lazio - Steatua Bucarest

In contemporanea con il Napoli, alle ore 19, scenderà in campo anche la Lazio di Simone Inzaghi. Rimontare la sconfitta 1-0 patita in Romania è più che possibile, tuttavia l'impegno non deve essere sottovalutato. Lo Steatua avrà il supporto di diverse migliaia di cittadini rumeni residenti in Italia, e il tecnico Nicolae Dica si è detto fiducioso sulle possibilità di passare il turno. Nonostante siano passati appena tre giorni dalla sfida di campionato con il Verona, Inzaghi confermerà quasi parzialmente la formazione-tipo.

Ecco dunque Strakosha tra i pali e la difesa a tre che, stante anche la squalifica di Luiz Felipe, vedrà Caceres, Wallace e De Vrij: l'olandese è un "separato in casa", dopo l'annuncio della partenza a giugno a parametro zero, tuttavia riscuote la piena fiducia di tecnico e compagni. Dei titolari riposa Radu, così come a centrocampo riposeranno Milinkovic-Savic e Marusic. In attacco il bomber Immobile sarà affiancato da Felipe Anderson.

LAZIO (3-4-1-2) Strakosha; Wallace, De Vrij, Caceres; Basta, Parolo, Leiva, Lulic; Luis Alberto; Felipe Anderson, Immobile. All. S. Inzaghi

La Lazio impegnata in allenamento

Milan - Ludogorets

A San Siro il Milan riceve i bulgari del Ludogorets in una gara che sembra avere poco da dire. Il 3-0 dell'andata in trasferta permette a Gattuso di far tirare il fiato ad alcuni titolari in vista dei prossimi importanti impegni di campionato: i rossoneri affronteranno prima la Roma in trasferta e poi l'Inter nel derby, due gare da non sbagliare. Allo stesso tempo però è necessario confermare le certezze delle ultime settimane, e magari trovarne di nuove.

Ecco perché stasera la rivoluzione sarà parziale: in porta Antonio Donnarumma sostituirà il fratello Gianluigi, in difesa Zapata prenderà il posto di Bonucci e a centrocampo Bonaventura siederà in panchina, sostituito dal giovane Locatelli con Montolivo nel ruolo di regista. Il tridente offensivo vedrà infine Cutrone spostato a sinistra per lasciare il posto di centravanti al portoghese André Silva, da cui Gattuso si aspetta segnali importanti. Borini agirà largo a destra, con il ritrovato Calhanoglu in panchina.

MILAN (4-3-3) A. Donnarumma; Abate, Zapata, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Montolivo, Locatelli; Borini, André Silva, Cutrone. All. Gattuso

Il centravanti portoghese del Milan André Silva

Atalanta - Borussia Dortmund

Ed eccoci alla partita forse più attesa di questa sera: l'Atalanta ospita il Borussia Dormund coltivando concretamente il sogno di andare avanti in un'Europa League che finora ha visto gli orobici autori di grandi prestazioni. Tra queste anche l'andata in Germania, dove soltanto un black-out nel finale ha permesso la vittoria 3-2 dei ben più rinomati tedeschi, che arrivano al Mapei Stadium consapevoli della propria forza - sono secondi in Bundesliga, pur se a -19 dal Bayern capolista - ma anche di quella degli avversari.

Gasperini ha annunciato che l'Atalanta manterrà il consueto atteggiamento: basterebbe l'1-0, ma non sarà facile fermare l'attacco ospite, in gol in questa stagione con impressionante frequenza e che ha rilanciato le ambizioni del belga Batshuayi. I nerazzurri, dopo aver rinunciato a ben sei titolari nell'ultimo impegno di campionato contro la Fiorentina, schiereranno la formazione-tipo: l'unico dubbio è se affidarsi da subito a un centravanti di peso oppure partire con la coppia d'attacco Gomez-Ilicic. Quest'ultima è l'ipotesi più probabile, in caso contrario lo sloveno verrebbe arretrato sulla trequarti, con conseguente impiego nella mediana di Cristante e l'inserimento di uno tra Cornelius e Petagna.

ATALANTA (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Hateboer, Freuler, De Roon, Spinazzola; Cristante; Ilicic, Gomez. All. Gasperini

L'allenatore dell'Atalanta Gian Piero Gasperini

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.