Olimpiadi invernali, da snowboarder a pornostar. E ora torna in pista

Dopo aver dato l'addio per dedicarsi alla pornografia, l'atleta giapponese vuole riprendere la tavola in vista dei giochi olimpici di Pechino tra quattro anni.

478 condivisioni 0 commenti

di

Share

Più o meno un anno fa, precisamente tra il 14 e il 17 marzo, si è tenuta la 35esima edizione della All Japan Snowboarding Championships. Si tratta di una competizione minore, ovviamente, rispetto alle Olimpiadi invernali, ma comunque di alto livello. Ecco perché i nomi di vincitori o vincitrici delle rispettive gare sono da tenere sotto osservazione dalle federazioni, anche in ottica di eventuali convocazioni per i giochi olimpici, i campionati del mondo e così via.

Fatta questa doverosa premessa, possiamo passare a svelare perché ci interessi così tanto chi abbia vinto una gara, in particolare, quella dell'Halfpipe femminile. La vincitrice è infatti Melo Imai, un nome che a primo impatto potrebbe anche non dirvi niente (e non è detto), ma che nasconde una storia davvero molto particolare.

In pochi si sarebbero aspettati un suo successo in quella gara, arrivato con un punteggio di 90.75 (la seconda, Momoa Mori, ha totalizzato invece 76.75). Ci è riuscita dopo soli 4 giorni d'allenamento, seguiti a un lunghissimo periodo di inattività, cominciato addirittura dal 2006, quando Melo Imai si infortuna nel corso delle Olimpiadi invernali di Torino. Per l'enorme delusione provata decide di cambiare mestiere ed è qui che la storia si fa ancora più interessante: dopo aver provato qualche esperienza come cameriera, infatti, la ragazza giapponese sceglie di modificare drasticamente il suo stile di vita e intraprendere un'altra carriera, quella della pornostar.

Olimpiadi invernali, l'ex pornostar Melo Imai punta Pechino 2022

Nell'ambito della pornografia, c'è da dirlo, riesce a togliersi parecchie soddisfazioni, riuscendo a guadagnare in alcuni party riservati anche 7500 euro per una serata. La passione per lo snowboard, però, non l'ha mai dimenticata e la conferma arriva 12 anni dopo, lo scorso marzo, in quella 35esima edizione della All Japan Snowboarding Championships a cui decide di iscriversi, vincendo.

Un successo che le dà nuova linfa per rincorrere quel sogno infranto a Torino 2006 e che, si dice, la spinge a mettere nel mirino i prossimi giochi olimpici a Pechino nel 2022 (quelle di adesso a PyeongChang sarebbero state irraggiungibili per una questione di tempo). La conferma la dà la stessa Melo Imai, sottolineando come nel corso di questa preparazione abbia intenzione di star ben attenta al tipo di attività in cui si cimenterà: 

Voglio tornare nel mondo dello snowboard, quindi farò molta attenzione a non essere coinvolta in ogni genere di attività che possa riguardare la pornografia.

E se per caso non dovesse riuscire a prendersi un posto alle prossime Olimpiadi invernali (quando avrà 34 anni), potrà sempre tornare alla sua seconda passione.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.