MMA, nei panni del matchmaker: che match dopo UFC Fight Night 126?

UFC Fight Night 126 è storia. Donald Cerrone ha schiantato Yancy Medeiros, confermandosi uno dei veterani più pericolosi. Che match potrebbero attenderci adesso?

MMA, Cerrone schianta Medeiros

35 condivisioni 0 commenti

di

Share

UFC Fight Night 126 è storia. La card texana, seppur priva di nomi grandissimi - eccezion fatta per quello di Donald Cerrone -, ha offerto una main card davvero divertente. Il nostro consueto appuntamento col fanta-matchmaking analizzerà i possibili match e le possibili combinazioni future a seguito dell'evento di Austin.

Il giovanissimo "Super" Sage Northcutt ha offerto una bella prestazione contro il francese Thibault Gouti, battuto sulle tre riprese. Gouti ha provato a far valere il proprio grappling e il proprio lay n' pray, ma l'arbitro lo ha richiamato più volte all'azione e dalla fase di stand-up il suo lavoro è stato fortemente limitato dalla velocità e dal tempismo del prodotto del Team Alpha Male.

UFC ha deciso finalmente di offrire un percorso step-by-step al giovane Northcutt e di non affrettare la sua ascesa. Tornato nella categoria dei pesi leggeri, un papabile avversario che offrirebbe un match equilibrato potrebbe essere il duro veterano Mizuto Hirota, striker giapponese che balza fra i pesi piuma e i leggeri e che ha vinto, insieme a Teruto Ishihara, il Road to UFC: Japan, reality improntato sullo stile del The Ultimate Fighter. Hirota è reduce da due sconfitte consecutive e potrebbe essere un buon test per Northcutt.

MMA, UFC: Hirota a un weigh-in
Mizuto Hirota durante una cerimonia del peso

UFC FN 126, fanta-matchmaking a seguito dell'evento texano

Una sorpresa alquanto esplosiva nella card texana è stata l'esordiente Curtis Millender, ex atleta Bellator e LFA al quale è stato offerto all'esordio in UFC nientemeno che Thiago Alves. Millender non ha deluso le aspettative: con una ginocchiata diagonale ascendente ha messo KO il brasiliano, confermando l'hype che lo accompagnava. L'affollata categoria dei welter offre diverse possibilità. Il "Cowboy" brasiliano Alex Oliveira sembra impaziente di rifarsi della sconfitta subita contro Yancy Medeiros in un match da cardiopalma. Perché non incrociare il cammino dei due?

MMA, UFC: Oliveira durante una cerimonia del peso
Alex "Cowboy" Oliveira durante un weigh-in

Il fenomenale James Vick ha colpito ancora. Con un gameplan intelligente e ottima gestione delle distanze è riuscito a superare il più esperto Francisco Trinaldo. Trinaldo ha combattuto bene e ha perso per un soffio sui cartellini dei giudici, ma Vick si è dimostrato un vero asso nella gestione del match ed ha chiesto per l'ennesima volta un top 10. L'unica sconfitta di Vick in carriera arriva per mano di Beneil Dariush con una risoluzione fulminea: un KO al primo round. Un rematch fra i due sarebbe splendido, se non fosse che Dariush ha già un match in programma contro Bobby Green. Molti top 10 nei leggeri, inoltre, hanno già match in programma. L'unica soluzione parrebbe essere quella di sfidare Kevin Lee, già contendente al titolo e sconfitto da Tony Ferguson.

MMA, UFC, Kevin lee, 26 anni
Il ventiseienne Kevin Lee festeggia la vittoria su Michael Chiesa

Anche la Bestia Nera Derrick Lewis ha fatto il trionfale ritorno con un comeback davvero impressionante. Lewis non sarà un massimo completo, ma se le sue mani vanno a segno fanno molto male e sono capaci di fargli ottenere velocemente il KO, come successo contro Marcin Tybura. La scarna categoria dei massimi non ha troppo da offrire, ma veder difendere la quinta posizione del ranking dei massimi al neo-promosso Curtis Blaydes, vincitore in un recente match contro Mark Hunt, non sarebbe per nulla una cattiva idea, anzi, ci darebbe la definitiva conferma che il giovane è pronto per i grandi nomi.

MMA, UFC, Curtis Blaydes, 26 anni
Curtis "Razor" Blaydes, 26 anni, festeggia la vittoria

Ed infine lo spot per il redivivo Donald Cerrone. Una vera Leggenda dello sport. Uno che non si dà mai per vinto, che combatte tantissimi match in breve tempo. Dare per scontato un match di Cerrone è sempre un errore. A farne le spese stavolta è stato il durissimo Yancy Medeiros, forte hawaiano compagno d'allenamento del campione dei pesi piuma Max Holloway. Il match ideale per Cerrone oggi potrebbe essere contro Neil Magny. Magny ha da poco battuto uno spento Carlos Condit e difendere la sua ottava posizione dall'assalto del Cowboy potrebbe essere l'opzione ottimale. Per non parlare del match che i due potrebbero imbastire.

MMA, UFC, Neil Magny nel corso di un weigh-in
Neil Magny sorride dopo aver centrato il peso

 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.