Champions League, le pagelle di Shakhtar Donetsk-Roma: si salva Under

Bene il turco così come Alisson che evita un passivo più pesante. Disastroso invece Florenzi. Tra le fila ucraine, spiccano le due perle di Fred e Ferreyra.

Champions League, ecco le pagelle di Shakhtar Donetsk-Roma

468 condivisioni 0 commenti

di

Share

Nella gelida notte d'Ucraina, Under accende il fuoco giallorosso. E la Roma si scalda, e la partita prende fuoco, e il suo posto da titolare diventa sempre più saldo. Il turco va a segno in Champions League, ma il suo gol non basta: Ferreyra spegne tutto dopo un errore di un disastroso Florenzi. E Fred completa l'opera con una seconda, fredda e decisiva secchiata d'acqua. 

Di Francesco deve anche ringraziare un Alisson mostruoso: il brasiliano ha compiuto due parate ai limiti del possibile, evitando alla Roma di andare sotto dopo il pareggio. Poi lo stesso numero 1 sbaglia in occasione della punizione del 2-1, ma il suo è un errore perdonabile. Male, invece, uno spento Nainggolan. Insufficiente anche la prestazione di Dzeko, nonostante l'assist.

I padroni di casa, invece, si sono resi protagonisti di un buon avvio, senza però riuscire a pungere nel primo tempo. Dopo qualche incertezza difensiva di troppo, lo Shakhtar ha trovato il pareggio grazie a una brillante giocata di Ferreyra, per poi chiudere il match in vantaggio grazie a una magia di Fred su punizione. Ecco le pagelle dell'incontro valido per gli ottavi di Champions League:

Champions League, le pagelle di Shakhtar Donetsk-Roma

Shakhtar Donetsk (4-2-3-1): Pyatov 6.5; Butko 5.5, Kryvtsov 6 (45' Ordets 6), Rakitskiy 6, Ismaily 5; Fred 7, Stepanenko 6; Marlos 6, Taison 5.5, Bernard 6.5 (91' Kovalenko s.v.); Ferreyra 7

Roma (4-2-3-1): Alisson 7; Florenzi 4.5 (71' Bruno Peres 6.5), Fazio 5.5, Manolas 5.5, Kolarov 5,5; Strootman 6, De Rossi 6; Under 7 (72' Gerson 6), Nainggolan 5.5 (83' Defrel s.v.), Perotti 6; Dzeko 5.5

I migliori

Under: 7

Champions League, brilla Under

Non ci sono dubbi: in questo periodo è lui il faro della Roma. E illumina questa notte di Champions League, dopo aver brillato in Serie A. Il turco mette in pensiero quasi da solo la retroguardia ucraina, con il suo sinistro velenoso mette in mezzo palloni su palloni. Nessuno raccoglie i suoi assist? Nessun problema, Under la sblocca con un gol da numero 9. Prestazione totale.

Ferreyra-Fred: 7

Champions League, Facundo Ferreyra

Spietato. Un occasione, un gol. E sono dodici nelle ultime tredici partite. Ferreyra approfitta dello svarione di Florenzi, punta senza timore un difensore come Manolas, lo disorienta e batte Alisson. Dopo un primo tempo passato a patire il gelo, il brasiliano ha scaldato la ripresa e rimesso il risultato in parità. Stesso voto anche per Fred: il suo magico sinistro a giro vale la vittoria per la squadra ucraina. Una perla vincente.

Alisson: 7

Champions League, Alisson vola

Ok, un momento: come ha fatto a parare quel tiro? Alisson, tra primo e secondo tempo, viene morso da un ragno nello spogliatoio e acquista riflessi disumani. La parata su Marlos non ha senso: istinto misto a tecnica, forza fisica, personalità. Nella parata del portiere brasiliano c'è tutto. E il numero 1 si ripete anche su Taison, impedendo al suo destro di togliere le ragnatele dall'incrocio. Peter Parker, sei tu? Sul voto pesa il mezzo errore sulla punizione di Fred.

I peggiori

Florenzi: 4.5

Florenzi, male in Champions League

I problemi fisici non possono giustificare in toto una prestazione decisamente insufficiente. Florenzi non spinge praticamente mai, e quando c'è da difendere non riesce a restare concentrato. Pesa sul voto l'erroraccio in occasione del gol del pareggio ucraino. Una serata da dimenticare.

Ismaily: 5

Champions League, Ismaily soffre Under

Da dimenticare anche la serata di Ismaily, costretto a star dietro all'esplosivo Under. Il terzino perde l'attaccante turco nel gol dell'1-0 e fatica in fase di spinta. Nella ripresa cresce insieme a tutto lo Shakhtar, ma la sua prova è comunque lontana dalla sufficienza

Dzeko: 5.5

Champions League, male Dzeko

Un assist (dopo essersi calciato il pallone sull'altro piede) non basta. Da Dzeko ci si aspetta decisamente di più. L'attaccante bosniaco spreca malamente un paio di ottime occasioni e non riesce a trovare quasi mai lo spunto giusto, se non in occasione del vantaggio. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.