Calciomercato, Courtois al Real Madrid: "Il mio agente li ascolterebbe"

Dopo l'1-1 tra Chelsea e Barça, il portierone belga ammette di "non avere le idee chiare" sul proprio futuro: "Qui sono felice, ma in Spagna ci sono i miei figli".

386 condivisioni 0 commenti

di

Share

I figli, il rinnovo, la sicurezza che un giorno tornerà in Spagna. Il mondo di Thibaut Courtois potrebbe di nuovo cambiare tra pochi mesi, con il Real Madrid spettatore interessato alla finestra. La sfida di Champions League contro il Barcellona - rivale della lotta al titolo ai tempi dell'Atletico Madrid - è stata anche l'occasione - per il portiere del Chelsea - per fare il punto sul futuro. O meglio, per rendersi conto che, di quello che accadrà nella prossima stagione, non ha per nulla le idee chiare.

Lo ammette candidamente, il numero uno belga, punzecchiato sul calciomercato e sull'interesse dei blancos dai microfoni della trasmissione spagnola "El Partidazo de la Cope". Il suo contratto con i Blues scadrà nel giugno 2019, una deadline che lo conduce di fronte a un bivio: rinnovare o salutare i Blues e Londra?

Dalle sue parole, l'idea di lasciare la squadra che l'ha pescato in patria ormai sette anni fa non è per nulla consolidata nella sua testa. Certo, il corteggiamento dei bicampioni d'Europa e del mondo è come il canto delle sirene di Ulisse: praticamente irresistibile. In più, anche la vita privata sembra soffiare verso un suo ritorno in Liga: nella capitale spagnola vivono i due figli, insieme all'ormai ex fidanzata Marta Dominguez (la coppia si è lasciata lo scorso aprile). La lontananza si fa sentire e chissà che non influisca sulle sue prossime scelte.

Calciomercato, Courtois parla del rinnovo col Chelsea e del Real Madrid

Dopo aver commentato l'1-1 in casa contro il Barça, nell'andata degli ottavi di Champions League, l'ex portiere dei Colchoneros ha spiegato a cuore aperto quali scenari lo attendono nel prossimo futuro:

Non ho le idee chiare sul mio futuro. Chi sostiene che il mio cuore sia a Madrid ha interpretato male le mie parole, anche se lì ho i miei due figli e questa situazione non è semplice. Ho ancora un altro anno di contratto, sono felice e sto discutendo del rinnovo. Il Chelsea ha scommesso su di me sin dal primo momento, questo non lo dimentico. 

Calciomercato, l'ex Atletico Thibaut Courtois apre al Real Madrid
Calciomercato, Courtois obiettivo del Real Madrid: nel 2014 ha vinto la Liga con i rivali dell'Atletico

Insomma, proseguire con i Blues è più di un'opportunità, anche in segno di gratitudine. Sulla bilancia, però, pesano anche le considerazioni più private. E l'eco di un calciomercato ancora lontano, ma che potrebbe aprirgli le porte del Santiago Bernabeu. Porte che lui non se la sente affatto di chiudere già ora:

Non credo che Florentino Perez chiami me in prima persona. Nel caso chiamerà il mio agente e lui lo ascolterà.

Torniamo a questo punto alle dichiarazioni che, secondo Courtois, sarebbero state "male interpretate". Risalgono appena a inizio febbraio, rilasciate nel corso di un'intervista a Sport/Foot Magazine:

La mia situazione personale è collegata alla città di Madrid. I miei due bambini vivono lì con la mamma, vedo ogni giorno mia figlia tramite FaceTime. Spesso mi dice quanto le manchi. Qualora avessi l'occasione, proverei a tornare in Spagna. Sì, il mio cuore è a Madrid, come credo sia logico e comprensibile.

Ancora prima, lo scorso dicembre, davanti alle telecamere de LaSexta aveva ammesso:

La Spagna mi attrae, lo sanno tutti. Se il mio ritorno non sarà adesso, avverrà entro qualche anno.

Le alternative per i blancos? C'è anche Sergio Rico

s

Un tentativo per accelerare questa sua propensione verso la capitale spagnola, il Real Madrid probabilmente lo farà entro l'estate. Certo che il dilemma del portiere, in vista del prossimo calciomercato, rimane uno dei nodi principali da risolvere per i blancos. Un rebus che sembrava essersi risolto con Kepa, prima che il talento basco non rinnovasse con l'Athletic Bilbao e accettasse una clausola rescissoria da 80 milioni di euro. L'altro pallino fisso delle merengues si chiama David de Gea, ma il Manchester United lo considera ormai incedibile. Ecco allora che, oltre al nome sempre caldo del romanista Alisson, spunta anche una soluzione più "low cost": si tratta di Sergio Rico, il numero del Siviglia. Un profilo che incendia meno gli appetiti del madridismo, ma che potrebbe rivelarsi strategico come alternativa da affiancare allo stesso Keylor Navas.

Champions League 2017/2018: chi va in semifinale?

Vota

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.