Bayern Monaco, Robben non gioca e brontola: "Meglio se sto zitto"

Contro il Besiktas, nell'andata degli ottavi di Champions League, è entrato a partita in corso. Con il contratto in scadenza invece vorrebbe mettersi in mostra.

829 condivisioni 0 commenti

di

Share

Cambio generazionale. Al Bayern Monaco se ne parla da anni. Arjen Robben e Franck Ribery, d'altronde, non possono giocare in eterno. Entrambi hanno il contratto in scadenza e potrebbero lasciare il club a fine stagione. Si cercano alternative: la prima è Coman, che sta dimostrando di essere all'altezza. C'è poi Gnabry, attualmente in prestito all'Hoffenheim. Per non dimenticare James Rodriguez, che può essere adattato o con il quale si può cambiare modulo.

Ieri Heynckes, nell'andata degli ottavi di Champions League, ha optato proprio per quest'ultima soluzione: ha infatti mandato in campo il Bayern Monaco senza Robben e con James Rodriguez e Thomas Müller. Risultato? 5-0. Ma attenzione. I bavaresi infatti nel primo tempo non hanno convinto. Hanno sbloccato la partita solo a pochi secondi dall'intervallo, benché il Besiktas fosse rimasto in dieci da circa 30'.

La gara è cambiata sì col gol di Müller, ma anche con l'ingresso in campo di Robben, subentrato a James Rodriguez. A fine partita l'olandese del Bayern Monaco ha ammesso di non essere particolarmente soddisfatto delle scelte di Heynckes. Lui, l'eroe del triplete del 2013 (segnò il gol decisivo nella finale di Champions League con il Borussia Dortmund) vuole giocare. Specie partite così.

Bayern Monaco, Robben non gioca e si lamenta

Robben non vuole sentir parlare di cambio generazionale. Nelle ultime settimane ha detto chiaramente di ritenere di poter giocare ad altissimi livelli per altri due anni. Non gli è piaciuto esser escluso.

Sulla mia panchina non voglio dire nulla. Ogni parola sarebbe di troppo. Se dessi sfogo alle mie emozioni domani verrei chiamato a rapporto dal d.s. Brazzo Salihamidzic o dal nostro a.d. Rummenigge, per questo è meglio non dire nulla. Sono un professionista, ho 34 anni. Sono queste le partite per le quali si vive e se non le giochi è doloroso.

Vota anche tu!

Robben merita ancora il posto da titolare al Bayern Monaco?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Uno sfogo, anche se fatto mordendosi la lingua. Di partite di questo livello Robben non ne giocherà ancora molte, vuole godersi le ultime da protagonista e non da spettatore. Se dipendesse da lui prima di dover pensare al cambio generazionale il Bayern Monaco avrebbe ancora molto tempo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.