Serie A, Icardi quando torni? L'Inter procede con la massima cautela

Dodici gare e una sola vittoria per i nerazzurri, ora più che mai serve il bomber argentino. Maurito potrebbe riposare ancora col Benevento ma è pronto per Milan, Napoli e Sampdoria.

215 condivisioni 0 commenti

di

Share

Eccolo qui, Mauro Icardi, felice per il suo compleanno, triste perché non può aiutare la sua Inter nella lotta alla Champions League. Dopo la vittoria della Lazio con l'Hellas Verona, i nerazzurri sono scivolati al quinto posto in Serie A, fuori dall’Europa dei grandi. Certo, i giochi sono completamente aperti. Ma Spalletti è alle prese con tanti problemi. Uno su tutti: l’assenza dell’attaccante argentino.

Terza gara senza di lui. La squadra non brilla, con Maurito in campo è sempre un’altra storia. Nelle ultime tre partite sono arrivati 4 punti, pochi per combattere con Roma e Lazio. L'ex Samp è fuori da tre settimane, potrebbe rientrare con il Benevento. O forse no.

Perché il tecnico Spalletti vuole capire di più sul suo stato di forma. Il ginocchio è ok, gli adduttori anche, ma basta? All’orizzonte ci sono tre importanti partite di Serie A: derby con il Milan, Napoli e Sampdoria. Meglio non rischiare una ricaduta, sarebbe un peccato.

Serie A, Icardi in tribuna
Serie A, Icardi in tribuna con la maglio Wanda Nara assiste ad una partita dell'Inter

Serie A, Inter senza Icardi: quando rientra?

Mauro Icardi è la soluzione ai problemi dell’Inter, ora quinta in Serie A. Diciotto gol in campionato in 22 presenze, il bomber è quello che spesso ha risolto le partite da solo. Spalletti rimedia come può con Eder e Karamoh. Un 25esimo compleanno, ieri, festeggiato ad Appiano Gentile con i compagni:

Tutto è passato. È importante fare il risultato che vogliamo tutti, noi, i tifosi, lo staff. Vogliamo tornare a vincere come avevamo fatto all’inizio.

Domenica ha lavorato da solo ad Appiano, ieri altro allenamento personalizzato. Vuole tornare a tutti i costi in campo, nelle prossime ore tutto sarà più chiaro. Lo staff sanitario procede con cautela, meglio non rischiare ricadute: sabato sera c’è il Benevento, forse è meglio riposare ancora in vista di Milan, Napoli e Sampdoria.

Voglia matta

Il capitano dell’Inter scalpita. Ha capito che è il momento più importante della stagione: perché deve aiutare la squadra a tornare a lottare per la Champions League, perché Immobile è scappato nella classifica cannonieri, perché ha semplicemente bisogno di giocare per convincere Sampaoli a portarlo al Mondiale.

E poi non vede l’ora di tagliare il traguardo dei 100 gol in Serie A, che è lì ad un passo: 89 con la maglia dell’Inter, 10 con la maglia della Sampdoria. Un altro record per uno dei migliori attaccanti visti nel nostro campionato.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.