Sarri vuole fumare? Il Lipsia costruisce un muro negli spogliatoi

Il Napoli ha pagato il Lipsia affinché costruisse un box all'interno degli spogliatoi, e permettere così al tecnico di fumare le sue amate sigarette.

Sarri potrà fumare anche all'interno degli spogliatoi dello stadio del Lipsia

5k condivisioni 1 commento

di

Share

Lo hanno visto innervosito, arrabbiato, deluso. Lo hanno visto fumare. Tanto. Tantissimo. Per questo a Lipsia hanno deciso di prendere delle contromisure contro Maurizio Sarri. Non tattiche (o meglio: non solo), ma extracalcistiche. All'interno della Red Bull Arena infatti è vietatissimo fumare e gli allarmi antincendio lo renderebbero praticamente impossibile.

Per Sarri e il Napoli però si farà un'eccezione. Stando a quanto riportato dalla Bild, infatti, il Lipsia ha deciso di costruire all'interno dello spogliatoio ospite un un box di tre metri per tre all'interno del quale il tecnico toscano potrà tranquillamente fumare.

Mercoledì, in occasione dell'allenamento di rifinitura e giovedì, nel giorno della partita, gli allarmi antincendio verranno quindi disattivati. Un'accoglienza così il Lipsia non l'aveva mai riservata a nessun allenatore. Stando a quanto riportato dalla Bild però non è un caso: è stato il Napoli stesso a chiedere al club tedesco di aiutarli a far sì che Sarri potesse scaricare la tensione a modo suo, al punto che gli ospiti avrebbero perfino pagato il club tedesco per il disturbo.

Lipsia, costruito box nello spogliatoio per permettere a Sarri di fumare

Che il Lisia per Sarri abbia un occhio di riguardo è dimostrato da un precedente: un anno fa il club tedesco sospese due suoi talenti (Idrissa Touré e Vitaly Janelt) proprio perché trovati a fumare all'interno dell'albergo prima di una partita. A nessuno dei due è poi stato permesso di continuare a giocare con il Lipsia: Touré ora è a Brema, Janelt al Bochum. Ma con il tecnico degli Azzurri il club controllato dalla Red Bull ha dimostrato di saper essere molto più comprensivo. D'altronde se Sarri è arrabbiato e agitato la colpa è anche di Werner e dei suoi gol.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.