FIFA 18, scoperti due nuovi glitch che rendono il gol più facile

Ogni volta che la palla finisce tra le braccia del portiere, c'è la possibilità di creare una pericolosa azione d'attacco. E sul calcio d'inizio bastano pochi passaggi.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Se vi è capitato di vedere i vostri avversari online di FIFA 18 mettere in pratica dei comportamenti strani e in modo seriale, sappiate che potrebbe non essere una semplice coincidenza.

Come succede praticamente in ogni videogame, infatti, con il passare delle settimane e dei mesi vengono scoperti dei glitch, cioè "comportamenti anomali del software, che permettono a un giocatore di ottenere dei vantaggi non previsti".

E quando questi vengono alla luce, generalmente, la maggior parte degli utenti che ne viene a conoscenza tende a sfruttarli in proprio favore, rovinando le giornate dei malcapitati che invece non ne sanno nulla e che si ritrovano a dover subire gol senza poter fare niente per evitarlo. Il caso ha voluto che solo nell'ultima settimana ne siano stati evidenziati ben due, con tanto di proteste nei confronti della EA Sports per non aver provveduto preventivamente a eliminarli da FIFA 18

FIFA 18, due nuovi glitch

Il primo di questi si presenta quando il portiere entra in possesso del pallone ed è stato ben sottolineato da un video mostrato dallo Youtuber inglese NepentheZ. Praticamente, quando la palla finisce tra i guanti dell'estremo difensore, spostandolo verticalmente lungo il campo verso uno dei due lati dell'area di rigore, si può poi rinviare lungo e trovare quasi sempre smarcato il proprio attaccante, mandando nel pallone l'intelligenza artificiale dei difensori, costretti agli straordinari per recuperare la posizione.

Non si ha la garanzia del gol, ma insomma (come si può vedere dal video) ci sono buone possibilità di sfruttare questa manovra.

Il secondo glitch, mostrato invece da FUT Economist, è un grande classico dei videogame calcistici, cioè quello del "gol su calcio d'inizio". Questo è presente pure in FIFA 18, perché come si può vedere dal video, possono essere sufficienti 5 tocchi per andare in porta.

La sequenza? Passaggio corto all'indietro, tocco di prima davanti verso l'attaccante e di nuovo, sempre di prima, all'indietro per il centrocampista, che dovrà provvedere a passarla lateralmente per il centrocampista esterno, che a sua volta potrà sfruttare il movimento dell'attaccante con un passaggio lungo, eludendo facilmente la linea difensiva. Il risultato lo potete vedere nel video sottostante.

Ecco, ora che li avete visti entrambi, pensate di riuscire a non cadere nella tentazione di ripeterli nelle vostre partite?

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.