Olimpiadi invernali, caos Giamaica: l'allenatrice si porta via il bob

Alla vigilia dell'esordio delle gare di Bob a PyeongChang 2018, la nazionale giamaicana litiga con il coach Sandra Kirialis e rischia di ritrovarsi senza attrezzature.

324 condivisioni 0 commenti

di

Share

Dalla favola al caos, il passo è breve. Quando si parla di Bob, la mente non può che andare alla leggendaria nazionale giamaicana, quella che da Calgary 1988 ha sempre raccolto le simpatie e le attenzioni in ogni edizione delle Olimpiadi invernali.

Lo farà anche in quelle in corso di PyengChang 2018 (il 18 febbraio inizieranno le gare), anche se c’è qualche problema di troppo che sta accompagnando la delegazione giamaicana. Nei giorni scorsi, infatti, l’allenatrice tedesca Sandra Kiriasis ha deciso di abbandonare il suo ruolo, spiegando le motivazioni con un lungo post sul suo profilo Facebook.

La vincitrice della medaglia d’oro nelle Olimpiadi invernali di Torino 2006, infatti, ha precisato che la sua scelta sia stata dettata da un precedente comportamento poco professionale da parte della federazione giamaicana, che senza alcun preavviso l’avrebbe degradata a semplice analista della pista e delle prestazioni:

Questo sarebbe significato dover lasciare il villaggio olimpico, perdere l’accredito di membro della nazionale, escludendo ogni mio possibile contatto con gli atleti. Non potevo permettere di farmi trattare come una marionetta e lasciargli calpestare la mia professionalità.

Olimpiadi invernali, Bob: caos Giamaica

Il problema, però, è che la stessa Sandra Kirialis aveva provveduto in prima persona alla crescita economica della nazionale giamaicana di Bob, trovando degli sponsor e, soprattutto, l’equipaggiamento:

Ho fatto risparmiare un bel po’ di soldi alla federazione, prendendo personalmente in affitto il bob.

Ecco perché il rischio, lasciato intendere nel post di denuncia su Facebook della campionessa tedesca, è che la nazionale giamaicana non abbia neanche a disposizione il Bob per poter gareggiare. A tal proposito la federazione ha voluto rassicurare tutti sul fatto che, in un modo o nell’altro, la discesa della squadra più famosa del mondo di questa disciplina resti assicurata.

La nazionale è guidata dall’High-Performance Director, Jo Manning, supportato dal Coach, Dudley Stokes. La Driving Coach, Sandra Kiriasis ha scelto di non continuare la sua collaborazione con noi. Siamo profondamente delusi dalla sua decisione di lasciare il programma. La ringraziamo per l’inestimabile contributo dato alla federazione e al successo della nazionale femminile, qualificata per la prima volta alle Olimpiadi invernali. La sua partenza, tuttavia, non influirà sulle prestazioni degli atleti.

La certezza della Giamaica deriva principalmente dal fatto che siano tante le federazioni (impegnate in queste Olimpiadi invernali e non) pronte a mostrare la propria solidarietà e fornire dell’equipaggiamento alternativo. In ogni caso, un contrattempo che non aiuterà certo a mantenere la concentrazione.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.