Liga, il Valencia rimonta il Malaga nel finale: 2-1 a La Rosaleda

La squadra di Marcelino rimonta in casa dell'ultima in classifica e rimane al terzo posto. Beffa clamorosa per il Malaga, avanti per 80 minuti e sempre più vicina alla Segunda.

493 condivisioni 0 commenti

di

Share

Trasferta a Malaga per il Valencia di Marcelino, nella 24esima di Liga. Dopo la vittoria nel derby con il Levante, i valenciani cercano conferme in casa della peggior squadra del campionato, che a La Rosaleda non segna addirittura da tre mesi. Tre punti sarebbero fondamentali per entrambe le squadre: i padroni di casa andare a -4 dal quartultimo posto, gli ospiti per tenersi stretta la zona Champions.

Gara che non andava affatto sottovalutata dal Valencia, che nonostante giochi a tratti con supponenza esce vincitrice per 2-1: dopo il primo gol spagnolo del neo malagueno Brown Ideye a metà primo tempo, negli ultimi 10' Coquelin e Parejo la ribaltano. Con questa vittoria la squadra di Marcelino rimane al terzo posto, in attesa delle due partite del Real Madrid tra domani e mercoledì che potrebbero portare al sorpasso la formazione di Zidane.

Parejo dopo il 2-1Getty Images
La gioia di Parejo nel finale

Liga, Valencia sotto nel primo tempo

Parte con l'atteggiamento giusto il Valencia, che crea il primo pericolo con un colpo di testa di Santi Mina alto sopra la traversa. Nonostante questo, il Malaga cresce con il passare dei minuti e al 27' arriva il clamoroso vantaggio: la palla passa sul calcio d'angolo battuto da Gonzalo Castro e viene toccata da Ideye, che firma il suo primo gol in Liga e fa esplodere La Rosaleda dopo ben 483 minuti (l'ultima volta nel 3-2 al Deportivo del 19 novembre scorso).

La ripresa

Trema subito nel secondo il Valencia, in quanto viene annullato il 2-0 al Malaga per un fallo in attacco di En-Nesyri prima del colpo vincente di Gonzalez: dal replay non sembra però esserci nulla. La squadra di Marcelino viene dunque graziata dal direttore di gara come in occasione del derby di settimana scorsa, quando sull'1-1 venne annullato un gol regolarissimo al Levante.

Pressione degli andalusi che non accenna a placarsi, mentre La Rosaleda è una vera e propria bolgia. Il primo squillo degli ospiti è un mancino insidioso di Zaza, appena entrato al posto di Santi Mina e subito pericoloso. L'occasione giusta per il pareggio arriva a 10' dalla fine. Anche in questo caso su calcio d'angolo, stacca più in alto di tutti Coquelin che batte Roberto e segna anche lui il primo gol spagnolo della carriera.

La gara non è finita, e tre minuti più tardi il Valencia riesce addirittura a vincerla. Guedes lancia in profondità Rodrigo, abbattuto da Ignasi Miquel in area di rigore e per l'arbitro non resta che fischiare calcio di rigore, oltre che espellere il difensore spagnolo. Dal dischetto va l'infallibile Parejo, che è come al solito perfetto e porta avanti i suoi. 

Nel recupero clamorosa occasione per il portiere Roberto, salito in area per l'ultima occasione e a centimetri da un gol di testa "alla Brignoli". 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.