Calcio, robot al posto degli arbitri: nel 2030 potrebbe succedere

La previsione è di Ian Pearson, futurologo inglese che spesso ci azzecca. L'intento è quello di eliminare completamente gli errori arbitrali nelle partite di calcio.

Calcio, robot al posto degli arbitri: realtà nel 2030?

194 condivisioni 0 commenti

di

Share

Attenzione, perché il futuro è dietro l’angolo, anche nel calcio. Ci avvisa dei prossimi cambiamenti il signor Ian Pearson. Nome e cognome sconosciuti ai più, ma in realtà è un futurologo (sì, oggi è un mestiere) e imprenditore inglese che butta lì anche una data: nel 2030 le partite di calcio saranno arbitrate da robot.

Qui siamo oltre il VAR, oltre le decine di telecamere che cercano di vedere tutto. Gli androidi non possono sbagliare: sarà davvero la mossa definitiva verso l’azzeramento delle polemiche? Difficile pensarlo. Ma mancherebbero 'appena' 12 anni prima della vera rivoluzione.

Pearson ipotizza pure delle partite robot contro robot. Futuro prossimo, progetti che riguardano anche lo sport e in questo caso il calcio. In cui l’unica cosa artificiale, per ora, è il prato verde. E nemmeno su tutti i campi.

Calcio, i robot presto al posto degli arbitri
Calcio, una partita tra robot

Calcio, robot al posto degli arbitri: idea dal futuro

La scienza mondiale va sempre più verso la robotica. E i robot assomigliano sempre di più agli umani. Funzionanti, fin troppo: cantano, ballano, servono, parlano, addirittura piangono. Attenzione, perché Ian Pearson ha l’85% di successo nelle sue previsioni per il futuro. E pensare che l’Agenzia Spaziale tempo fa aveva presentato il suo Robonaut, robot con arti snodati creato nel Johnson Space Center della Nasa. Tante le applicazioni registrate su di lui: dalle iniezioni alla corsa passando per le mosse classiche dell’arbitro. Insomma, i robot stanno già avanti. Il vantaggio appare subito chiaro: con l'intelligenza artificiale addio agli errori arbitrali.

Calcio, robot giocano in campo
Calcio, robot giocano su un campo da calcio

Calcio assemblato

In futuro anche altri sport potrebbero essere roba per i robot. Qualche esperimento in giro per il mondo già c’è: androidi a cavallo al posto dei fantini. Oppure c'è la RoboCup, arrivata alla decima edizione. Cinquecento squadre composte da umanoidi che giocano a calcio su un rettangolo verde. Emoziona? Non è dato ancora saperlo, ma c’è l’intenzione, magari nel 2050, di vedere una finalissima tra umani e robot. Per ora meglio pensare al VAR, tecnologia nemmeno tanto complicata che qualche problema lo crea. Per i robot ci sarà tempo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.