Bundesliga, Embolo è tornato: lo Schalke batte 2-1 l'Hoffenheim

Con i gol di Kehrer ed Embolo la squadra di Domenico Tedesco aggancia il Dortmund al quarto posto. In difficoltà Nagelsmann: l'Hoffenheim è irriconoscibile.

507 condivisioni 0 commenti

di

Share

Scontro diretto per l'Europa e, considerando quante squadre ci sono in quei pochi punti, il pareggio non bastava a nessuno. Per questo lo Schalke ha attaccato fin dai primi secondi di gioco nel posticipo della Bundesliga, schiacciando l'Hoffenheim. Decidono i gol di Kehrer all'11 e di Embolo al 28'. Inutile la rete di Kramaric al 78'. Finisce 2-1 per il club di Gelsenkirchen. La squadra di Domenico Tedesco sale così in quinta posizione, a soli 2 punti dal Leverkusen secondo.

Bundesliga, Schalke v Hoffenheim: la gara

Guardando gli ultimi risultati delle due squadre si poteva pensare che fosse l'Hoffenheim a partire favorito, ma se lo Schalke aveva perso le ultime due partite in maniera immeritata (contro Bayern e Brema), gli 11 di Nagelsmann avevano sì conquistato 4 punti, ma contro Hertha e Mainz e vengono da una crisi profonda. E infatti sono i padroni di casa a partire fortissimo. Di minuto in minuto la pressione sale aumenta sempre di più, col baricentro tenuto altissimo proprio a schiacciare l'Hoffenheim. Al 10' ci prova Di Santo con un tiro dal limite che Baumann respinge in angolo. Dal corner la difesa dell'Hoffenheim prova a liberare ma Goretzka è rapido a rimettere la palla in mezzo per Kehrer che di testa fa 1-0. Al 14', immediato, il raddoppio: Embolo, lanciato in profondità, scavalca Baumann con un delizioso tocco sotto. Interviene però la Var che annulla la rete per fuorigioco dell'attaccante svizzero. Lo Schalke non allenta la pressione: al 18' è Caligiuri a calciare in porta, ma Baumann è ben posizionato. Al 28' arriva il raddoppio: errore clamoroso di Vogt che effettua un passaggio in orizzontale all'interno della propria area di rigore servendo di fatto Embolo che solo contro il portiere raddoppia. Al 43' primo vero tiro dell'Hoffenheim con Bičakčić, ma Fahrmann è attento.

Lo Schalke controlla, Nagelsmann in crisi

Nel secondo tempo ci si aspetta una reazione dell'Hoffenheim che però non riesce mai a rendersi realmente pericoloso. Perfino il gol di Kramaric, al 78' è casuale. La squadra di Nagelsmann non ha né capo né coda, è in difficoltà evidente. La circolazione della palla è lenta, di idee non ce ne sono. L'unica vera emozione della seconda parte di gara è l'infortunio al guardalinee Robert Schröder che viene sostituito dal quarto uomo Guido Kleve. Al 56' ci prova Burgstaller di tacco su angolo ma la conclusione non è pericolosa. Lo Schalke abbassa il ritmo e controlla la partita, non concedendo occasioni all'Hoffenheim. Al 72' la squadra di Nagelsmann si fa vedere con Szalai, il cui tiro, deviato, colpisce l'esterno della rete. Negli ultimi 15' Tedesco decide di mandare in campo Pjaca che però ha pochi palloni per mettersi in mostra. Al 78' lo Schalke si fa sorprendere: dopo un lungo possesso palla sterile dell'Hoffenheim Kadeřábek va al cross dalla sinistra e pesca Kramaric che di testa stacca su Naldo e fa 2-1. La squadra di Tedesco cerca immediatamente la risposta con un bel tiro da fuori di Goretzka che però esce di poco. Negli ultimi minuti lo Schalke abbassa il baricentro facendo un vero e proprio catenaccio. L'Hoffenheim sbatte così sul muro eretto da Tedesco. Finisce così, senza emozioni. Ma con 3 punti pesantissimi per lo Schalke.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.