Bundesliga, Heynckes: "Ho dormito la prima mezz'ora di Bayern-Schalke"

L'allenatore dei bavaresi, rimasto a casa per via di un attacco influenzale, ha ammesso di essersi perso la prima parte del match con lo Schalke: "Mi sono sentito in colpa".

935 condivisioni 0 commenti

di

Share

Tutto facile in Bundesliga per il Bayern Monaco. Anche troppo. Dato che i bavaresi sono riusciti ad avere la meglio dello Schalke senza il proprio allenatore. Nell'ultima partita di campionato, infatti, Jupp Heynckes non ha potuto seguire la propria squadra dalla panchina, causa attacco influenzale. E fino a qui niente di strano, capita a tutti di stare male.

Ma durante l'ultima conferenza stampa l'allenatore del Bayern ha ammesso di essersi perso gran parte della partita nonostante sia rimasto a casa. Motivo? Si è addormentato a metà pomeriggio e si è svegliato alle 19 (la partita iniziava alle 18:30). E pensare che tutti gli episodi decisivi sono concentrati proprio in quella mezz'ora. Il paradosso nel paradosso.

Se in Bundesliga può dormire sonni tranquilli (+18 sulla seconda dopo 22 giornate), Heynckes dovrà tenere gli occhi ben aperti in Champions League. La prossima settimana è in programma l'andata degli ottavi contro il Besiktas. Niente di proibitivo sulla carta, anzi. Sottovalutare l'avversario però è un errore da non commettere. Soprattutto all'Allianz Arena.

Il Bayern Monaco esulta dopo la vittoria
Il Bayern Monaco ha battuto lo Schalke 04 nell'ultima giornata di campionato

Bundesliga, Heynckes dorme durante la partita

Nella partita di oggi contro il Wolfsburg, Heynckes torna alla guida della sua squadra. In un match che - a dir la verità - non nasconde molte insidie: la squadra di Schmidt è in piena corsa per non retrocedere ed è reduce dalla pesante sconfitta con il Werder Brema. Ed è proprio alla vigilia della sfida di Bundesliga che l'allenatore del Bayern Monaco ha svelato questo divertente retroscena:

Sabato scorso non mi sentivo tanto bene e ho deciso di andarmi a riposare verso le 16:15. Ho aperto gli occhi alle 19 e la partita era già iniziata da 35 minuti. Mi sono sentito molto in colpa.

Jupp Heynckes con il Bayern Monaco
Jupp Heynckes (72 anni), 20 vittorie in 21 giornate di Bundesliga

Nonostante l'assenza - sia fisica che mentale - del proprio tecnico, i bavaresi non hanno avuto problemi a vincere la ventesima partita sulle 21 giocate dopo l'esonero di Ancelotti. La gestione Heynckes 4.0 sta dando i frutti sperati, e c'è ottimismo anche sul recupero di Neuer:

Non mettiamogli fretta, la cosa importante è che stia migliorando ogni giorno. Sono fiducioso che tornerà a giocare con noi e disputerà i Mondiali con la Germania.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.