Serie A, Di Francesco: "A Roma ci si perde troppo in chiacchiere"

Le parole del tecnico giallorosso alla vigilia del match con l'Udinese: "Il distacco con le prime doveva essere minore, colpa mia e della Champions League".

128 condivisioni 0 commenti

di

Share

Un equilibrio instabile, come un filo che potrebbe spezzarsi da un momento all'altro. È tornata la serenità a Trigoria: due vittorie consecutive - seppur con le ultime in classifica - e l'esplosione di alcuni talenti, su tutti quello di Cengiz Under. Eppure c'è sempre la sensazione che le cose possano precipitare da un momento all'altro. Il compito di Di Francesco è assai delicato, dovrà dividersi nei panni dell'allenatore e dello psicologo.

Mantenere unito il gruppo e portare a casa i risultati. Un'impresa più facile a dirsi che a farsi. La fine di febbraio si preannuncia di cruciale importanza per le ambizioni dei giallorossi. In Serie A le sfide con Udinese (sabato 17) e Milan (domenica 25), mentre in Champions League è in programma l'andata degli ottavi di finale contro lo Shakhtar Donetsk.

Tre partite fondamentali per la Roma, che a inizio marzo dovrà vedersela col Napoli al San Paolo. Un passo alla volta, però. Iniziando dal campionato. Dalla venticinquesima giornata di Serie A, quando sul cammino del club capitolino ci sarà l'Udinese. La squadra di Massimo Oddo ha raccolto solo un punto nelle ultime due partite (pareggio con il Milan e sconfitta con polemiche a Torino). 

Vota anche tu!

Ce la farà la Roma a centrare l'obiettivo qualificazione in Champions?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Serie A, la conferenza stampa di Di Francesco

Alla vigilia della partita contro l'Udinese, Di Francesco ha risposto alle domande dei cronisti in conferenza stampa. Partendo dal turnover utilizzato negli ultimi impegni e come arma da sfruttare nelle prossime settimane, con la Roma chiamata a giocare 7 partite nel prossimi 29 giorni (1 ogni 4):

Ho sempre cercato di dare continuità ai giocatori in certe partite. In questo periodo ci saranno più cambi rispetto al passato recente, torneremo quelli di prima.

Una stagione fatta di alti e bassi. Buona partenza, ma la si è capito sin da subito che la Roma non ce l'avrebbe fatta a tenere il passo di Napoli e Juventus. L'ambiente ha rumoreggiato parecchio nel mese di gennaio, le ultime due vittorie e il sorpasso sulla Lazio hanno riportato un po' di tranquillità. Il monito di Di Francesco è chiaro:

La cosa migliore è guardare ai nostri obiettivi. Io mi devo concentrare sull'allenare come i giocatori nell'allenarsi. Una partita alla volta: ora c'è la Serie A, poi la Champions League. L'Udinese? Oddo sta facendo cose importanti, l'ho avuto come giocatore e dimostra di avere grandi doti.

Il distacco dalla vetta è incolmabile, troppi i punti persi tra la fine del 2017 e l'inizio del nuovo anno. Il tecnico della Roma spiega di chi siano le responsabilità:

In certe partite siamo mancati, sia per negligenza nostra che per sfortuna. Ma il distacco con le prime doveva essere minore. Le colpe? Mie e degli impegni di Champions.

La parola d'ordine, da qui in avanti, è una sola: continuità. Ne è convinto Di Francesco, che spera di trovare una squadra costante nei risultati:

La mia filosofia è giocare bene per ottenere grandi risultati. A volte lo abbiamo fatto, senza però essere riusciti a concretizzare. Dobbiamo trovare la continuità in tutte le partite.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.