MMA, UFC: Yoel Romero spinge per il match titolato a Miami

Yoel Romero è reduce dall'importante vittoria su Luke Rockhold a UFC 221. Adesso spinge per un match titolato a Miami.

MMA: Yoel Romero in gabbia

49 condivisioni 0 commenti

di

Share

Yoel Romero (13-2) ha avuto un'idea per il suo prossimo combattimento. Il Soldato di Dio è reduce dalla vittoria più importante ottenuta in carriera: il KO su Luke Rockhold (16-4) a UFC 221. Romero, già sfidante numero uno, ha cementato la sua posizione nella divisione dei pesi medi. Il cubano adesso spera in un rematch contro il campione Robert Whittaker a Miami, negli ultimi mesi di quest'anno.

Nonostante si sia ancora lontani dall'ufficializzare il match, il management di Romero ha proposto l'accordo ai vertici UFC che, secondo MMA Fighting, avrebbero gradito l'idea. Ciò che è chiaro ad oggi, nonostante il peso mancato a UFC 221 (Romero stava preparandosi per un match contro David Branch a fine mese, ma ha accettato con breve preavviso il match con Rockhold, ndr), è che Romero sarà il prossimo sfidante ufficiale.

Per adesso il cubano si gode il meritato riposo e si concentra sulla guarigione della sua tibia, messa a dura prova contro Rockhold. La prossima card UFC che avrà luogo ad Orlando segnerà l'undicesima volta della promotion in Florida. UFC è arrivata a Miami solo una volta nella sua storia e l'evento non andò come si sperava.

MMA, Romero e Rockhold
Il tanto discusso bacio che Romero ha dato a Rockhold a incontro finito. In molti hanno accusato gli ufficiali di gara di essere troppo tolleranti. Rockhold invece si è complimentato col suo avversario.

UFC a Miami? Romero chiede il match titolato con Whittaker

Era UFC 42, correva l'anno 2003, nel main event si sfidavano Matt Hughes e Sean Sherk. Ciononostante, l'incontro titolato al limite delle 170 libbre non riuscì ad attirare più di 6.700 persone all'American Airlines Arena, la casa dei Miami Heat, famigerata squadra militante in NBA. Romero e il suo team sono certi che una card capitanata dal cubano, che vive nella Florida del Sud, potrebbe distruggere il mito che vede UFC arrancare a Miami. Il campione dei pesi medi Robert Whittaker ha già superato il cubano a luglio dello scorso anno, riuscendo ad ottenere l'allora titolo ad interim. Dopo che St-Pierre batté Bisping e rese vacante la cintura, Whittaker fu proclamato campione indiscusso.

Vota anche tu!

Chi vincerebbe, a distanza di un anno, il rematch fra Yoel Romero e Robert Whittaker?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.