WWE SmackDown, Baron Corbin e Dolph Ziggler si prendono Fastlane

Sviluppi inattesi in vista del prossimo PPV dell'esclusivo roster blu: e il Fatal 4-Way Match per il titolo di AJ Styles si trasforma in un incontro con 5 contendenti.

A WWE SmackDown due match di qualificazione per Fastlane

30 condivisioni 0 commenti

di

Share

Dopo la puntata di ieri di Raw, la WWE torna in azione con SmackDown, che andrà in onda direttamente dalla Rabobank Arena di Bakersfield, in California. Nello show di questa sera proseguiranno le faide in vista di Fastlane, dove al momento AJ Styles dovrà difendere il suo titolo dall'attacco di Kevin Owens e Sami Zayn.

Il Triple Threat Match per la cintura di campione WWE è stato però trasformato la settimana scorsa in un Fatal 4-Way, con l'ingresso di uno tra Dolph Ziggler e Baron Corbin, che se la vedranno uno contro uno proprio stasera.

Da monitorare anche la situazione legata alla US Championship di Bobby Roode: dopo aver subito l'RKO di Randy Orton nell'ultima puntata, Glorious ha deciso di aprire un'Open Challenge per dare a chiunque voglia la possibilità di competere per la sua cintura. Possiamo dunque partire con il nostro racconto, come sempre nella rubrica WWE-ek SmackDown a cura di FOX Sports.

WWE SmackDown

Si parte subito forte, perché fa il suo ingresso Dolph Ziggler, che si appresta a vedersela con Baron Corbin per entrare nel main event di Fastlane. Quando tocca al Lone Wolf entrare, però, la musica va avanti a vuoto e la spiegazione viene data dall'inquadratura nel backstage, dove lo si vede assalito da Kevin Owens e Sami Zayn.

Dopo averlo messo ko, i canadesi vanno poi verso il ring per fare la stessa cosa con Dolph Ziggler.

Lo Showoff prova a reagire, ma anche lui deve fare i conti con l'inferiorità numerica e viene messo al tappeto. Il match per la qualificazione al Fatal 4-Way di Fastlane con il titolo WWE in palio non è nemmeno cominciato: i Kami sono tornati amici e hanno raggiunto il loro obiettivo.

Charlotte Flair vs Sarah Logan (con Liv Morgan e Ruby Riott)

Si passa così a quello che sarebbe dovuto essere il secondo match della serata, quello tra Charlotte Flair e Sarah Logan, accompagnata da Liv Morgan e Ruby Riott. Subito dopo la campionessa di SmackDown arrivano però anche Naomi e Becky Lynch, che fanno capire alla Riott Squad di non poter trasformare il tutto in un 3 contro 1. E senza svantaggi Charlotte vince, schienando Sarah Logan dopo una Natural Selection.

Backstage

Passiamo con le telecamere nell’ufficio di Daniel Bryan, raggiunto da Shane McMahon. Il commissioner chiede al general manager se realmente voglia gente come Zayn e Owens in lotta per il titolo di campione WWE.

Prima che riesca a rispondere continua dicendo di aver già parlato con Baron Corbin e Dolph Ziggler, entrambi assetati di vendetta, e per questo stasera ci saranno due match che determineranno il possibile accesso di tutti e due nel main event di Fastlane: Corbin affronterà Owens, Ziggler se la vedrà con Zayn. E se uno dei “suoi” ragazzi dovesse interferire con il match dell’altro, allora sarà escluso automaticamente dal PPV. Daniel Bryan spiega di aver capito.

Baron Corbin vs Kevin Owens

Si parte subito con il primo match di qualifica a Fastlane, che vede Baron Corbin sconfiggere Kevin Owens dopo la sua End of Days, con Sami Zayn costretto a guardare l'amico soccombere dal backstage. Il main event del prossimo PPV si trasforma dunque in un Fatal 4-Way Match.

Bobby Roode US Open Challenge

È il momento dell'Open Challenge di Bobby Roode, che spiega di voler riprendere la tradizione lanciata da John Cena, cioè affrontare ogni settimana qualcuno mettendo in palio il titolo. Così apre le danze e chiede, almeno per questa volta, che l'eventuale sfidante si presenti faccia a faccia e non da dietro per assestare un RKO.

Il riferimento a Randy Orton è evidente e The Viper non si fa pregare, facendo il suo ingresso. Tutto sembra pronto per la sfida, ma irrompe pure Jinder Mahal, accompagnato da Sunil Singh.

Il Modern Maharajah dice di rispettare Randy Orton, anche se la gente non lo fa visto che nella classifica è stato posizionato al nono posto, mentre Bobby Roode è quinto, dopo appena 6 mesi n WWE. Gli dice che la gente è stanca di veder sbucare qualcuno con un RKO e subito dopo Randy Orton ne assesta una a Sunil Singh. Ne nasce un parapiglia che vede trionfare Jinder Mahal, capace di connettere la Khallas a entrambi i contendenti. Anche in questo caso il potenziale incontro non parte nemmeno.

The New Day vs Shelton Benjamin e Chad Gable

Non era in programma invece quello successivo tra il New Day (composto in questa occasione da Big E e Kofi Kingston, con Xavier Woods al loro angolo) e la coppia formata da Chad Gable e Shelton Benjamin.

Tutto nasce per una divergenza di opinioni riguardo i pancake, che scatena la rabbia del New Day (in particolare di Big E), che con la Midnight Hour su Chad Gable (con l'arbitro che non si accorge del Tag dato a Shelton Benjamin) si prende la sua vendetta. 

Backstage

Dolph Ziggler viene intervistato e dice di essere tornato per fare ciò che ama e che per questo farà di tutto per prendersi il main event di WrestleMania.

Dolph Ziggler vs Sami Zayn

Secondo match di qualificazione, anche in questo caso l'epilogo è identico al primo incontro. Dolph Ziggler sconfigge Sami Zayn, con Kevin Owens costretto ad assistere dal backstage, assestando un Superkick su un tentativo di Helluva Kick. E così lo Showoff entra nel main event di Fastlane, trasformandolo in Fatal 5-Way Match.

Mixed Match Challenge

Come accade dopo ogni puntata di SmackDown, anche in questa occasione a seguire c'è un nuovo appuntamento con il Mixed Match Challenge: Lana e Rusev battono Bayley ed Elias, grazie allo schienamento di Lana (in forma strepitosa) su Bayley, ribaltando un super Belly to Bayley dalla seconda corda.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.