Olimpiadi invernali, combinata: Innerhofer crolla, oro a Hirscher

Deludono gli italiani nella gara di debutto dello sci alpino a PyeongChang 2018: 14esimo Innerhofer, che aveva chiuso quinto prima dello slalom.18esimo Tonetti.

20 condivisioni 0 commenti

di

Share

Alle metà della gara della combinata, nel debutto dello sci alpino in queste Olimpiadi invernali dopo i problemi legati al vento che hanno impedito lo svolgimento degli appuntamenti precedenti, la sensazione era che i nostri atleti potessero realmente regalarci più di qualche soddisfazione.

Alla fine della discesa della combinata, infatti, erano ben tre gli azzurri nelle prime 8 posizioni, con l'ottavo tempo di Dominik Paris, il sesto di Peter Fill e, soprattutto, il quinto di Christof Innerhofer.

Sì, si sapeva che nello slalom fosse probabile perdere qualcosa, ma le alte posizioni di partenza facevano comunque sperare. Purtroppo però non c'è stato niente da fare: i primi a scendere nello slalom sono Paris e Fill, entrambi usciti. A quel punto resta solo Innerhofer, l'uomo dei grandi eventi, quello sul quale erano riposte le maggiori speranze di medaglia in questa specialità delle Olimpiadi invernali.

Olimpiadi invernali, combinata: crolla Innerhofer, oro Hirscher

Dopo una partenza ottima e un buon ritmo iniziale, Chris Innerhofer crolla letteralmente al terzo intermedio, rallentando visibilmente e piazzandosi solamente al quattordicesimo posto:

Entrare nei primi tre - spiega subito dopo - era impossibile. L'ho capito a metà gara. Per un discesista che ama fare slalom, su questa pista era impossibile. Ho provato a spingere, ma gli sci ballavano, un tremolio continuo. Non avrei detto che gli slalomisti fossero così avvantaggiati. Speravo di sfruttare meglio questa chance. Nella discesa e nel superG però è completamente diverso.

Ad aggiudicarsi una storica medaglia d'oro di queste Olimpiadi invernali è invece l'austriaco Marcel Hirscher, che infrange il tabù e riesce ad aggiungere anche questo premio nella sua straordinaria carriera.

Dopo aver chiuso al 12esimo posto la discesa (e con solo 1"32 da recuperare su Dressen), l'uomo dei record in Coppa del Mondo non si fa scappare l'occasione per un nuovo appuntamento con la storia, realizzando un tempo complessivo di 2'06"52. Dietro di lui, a completare il podio, i due francesi Alexis Pinturault e Victor Muffat-Jeandet, che si prendono rispettivamente le medaglie di argento e bronzo.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.