MMA, nei panni del matchmaker: che match dopo UFC 221?

Superato il capitolo UFC 221 e la vittoria di Yoel Romero su Luke Rockhold, si aprono nuovi interessanti scenari che obbligano a chiedersi quali match vedremo.

MMA, UFC 221: Romero workout

74 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il capitolo UFC 221 è ufficialmente chiuso. A seguito della vittoria di Yoel Romero su Luke Rockhold, sembra obbligatorio porsi la domanda che riguarda direttamente chi sarà il prossimo contendente titolato. Ma non solo. La vittoria del cubano apre a interessanti scenari.

Il fanta matchmaking che andremo a vedere oggi riguarderà la categoria dei medi e qualche altro accoppiamento fra massimi e massimi-leggeri. Chi sono i fighter che più hanno impressionato a Perth e quali saranno i loro prossimi step?

Le tre divisioni sopra citate offriranno sicuramente nuova verve e nuovo spettacolo, ma siamo punto e a capo circa il contesto titolato nella categoria al limite delle 185 libbre.

Robert Whittaker vs Yoel Romero II

Impossibile non pensare ancora una volta a Yoel Romero a seguito della vittoria incredibile ai danni dell'ex campione UFC Luke Rockhold, che pare aver deciso di fare un salto nella categoria superiore. Romero e Whittaker hanno già combattuto a UFC 213. A vincere fu il giovane australiano, che venne incoronato campione ad interim, al termine dell cinque riprese e a seguito di un comeback straordinario del ventisettenne. Dopo l'applicazione di un gameplan sensato e maturo, il Soldato cubano si presenterà in condizioni diverse contro l'attuale campione indiscusso?

MMA, UFC: Whittaker su Romero
Robert Whittaker con un high kick su Yoel Romero a UFC 213

Chris Weidman vs Jacare Souza

Chris Weidman è tornato alla vittoria a luglio, UFC on FOX 25, imponendosi su Kelvin Gastelum con una splendida arm-triangle choke. L'ex campione UFC è però a quota 1 vittoria e 3 sconfitte nelle ultime quattro uscite e pertanto dovrà attendere prima di poter chiedere concretamente una title shot, sebbene Chris abbia già lanciato la freccia. Jacare Souza si è riscattato dalla sconfitta contro Robert Whittaker a UFC on FOX 27. Otto vittorie e due sconfitte in UFC, il Coccordillo brasiliano ha chiesto più volte la title shot, ma è consapevole, dopo la battuta d'arresto subita contro l'attuale campione, di dover inanellare qualche altra vittoria. Pertanto ha lanciato il guanto di sfida a Weidman. Un match che avrebbe perfettamente senso.

MMA, UFC: Jacare affonda l'headkick su Brunson
Ronaldo Souza affonda l'headkick su Derek Brunson. La loro storia dice due vittorie a zero per Jacare.

Luke Rockhold vs Shogun Rua

Luke Rockhold era numero 2 nei ranking dei pesi medi UFC. Yoel Romero era numero 1 e ha vinto per KO a UFC 221. Luke Rockhold si era già detto pronto a tentare l'avventura nei massimi-leggeri, specie dal momento in cui il suo amico di una vita Daniel Cormier ha preso l'impegno di affrontare il campione dei pesi massimi Stipe Miocic. Essendo un top 5 nella categoria inferiore, sarebbe quasi doveroso offrire a Rockhold almeno un top 10. Chi meglio di Mauricio "Shogun" Rua, reduce da tre vittorie consecutive e numero sei di categoria per il battesimo di Rockhold nella categoria delle 205 libbre? Nonostante il suo metro e novantuno centimetri e la sua straripante fisicità, Rockhold in carriera ha affrontato solo pesi medi. Shogun ha 36 anni, solo 3 in più rispetto a Rockhold e, nonostante il brasiliano sembrasse aver raggiunto la fase calante, con gameplan accorti e una propria reinvenzione, Rua è riuscito a risalire la china. Striker straordinari a confronto. Come la vedreste?

MMA, UFC: Shogun attende l'inizio del match
Shogun Rua attende l'inizio della battaglia

Tyson Pedro vs Misha Cirkunov

Nella metà bassa della top 10 dei massimi-leggeri, quasi tutti i fighter sono già accoppiati. Dopo aver fallito l'entrata in top 10 contro Ilir Latifi, Tyson Pedro è tornato in grande stile a UFC 221 sconfiggendo Saparbek Safarovper mezzo di una splendida kimura. Misha Cirkunov è in caduta libera. Da quando è stato accostato alla chance titolata, l'atleta lettone ha subito due KO al primo round da Volkan Oezdemir e Glover Teixeira. Forse è ora per lui di provare a difendere e legittimare la propria posizione, la numero 7, piuttosto che tentare ad oltranza di scalare la divisione. Tyson Pedro è numero 13 e sarebbe senza ombra di dubbio un ottimo test per il grappler lettone.

MMA, UFC: Tyson Pedro alza il braccio
Tyson Pedro festeggia la vittoria

Tai Tuivasa vs Junior Albini

Seconda prestazione strepitosa per Tai Tuivasa, che ha affondato anche Cyril Asker a UFC 221. Il giovane australiano sembra essere in possesso di una tecnica sopraffina per la sua stazza, lo dimostrano le sue gomitate taglienti sferrate dalla corta distanza, gomitate sempre a segno. Per Tuivasa era il secondo match in UFC. Imbattuto e con sette vittorie tutte arrivate per KO o TKO, Tuivasa può puntare alla top 15 di una categoria che oggettivamente non può offrire troppo agli spettatori e ogni fighter che porta una ventata d'aria fresca è una manna per la divisione. Junior Albini ha offerto una prestazione scialba contro Andrei Arlovski nel mese di novembre dello scorso anno. Il brasiliano si presentava come un'autentica promessa, ma un passo falso contro uno dei veterani di categoria ne ha minato le ambizioni. Albini occupa la posizione numero quattordici all'interno della divisione, perché non far incrociare i percorsi di due fighter relativamente nuovi allo sport, potenti e spettacolari?

MMA, UFC: Tuivasa festeggia
Tai Tuivasa danza a seguito del TKO ottenuto su Cyril Asker

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.