Serie A, Eder: "Basta non mettere un like sui social e c'è polemica"

L'oriundo, sostituto di Icardi, segna anche contro il Bologna. Poi a fine partita si sfoga a causa delle polemiche che nascono sui social per incomprensioni futili.

Eder difende il gruppo dell'Inter dopo la vittoria in Serie A

556 condivisioni 0 commenti

di

Share

Quando gioca segna sempre. Non è David Trezeguet, ma Eder. All'Inter manca ancora Icardi ma la decide nuovamente lui. Un altro gol, proprio come contro il Crotone. E i nerazzurri sono terzi in classifica, in piena zona Champions League. Superato un lungo, lunghissimo periodo senza vittorie.

È infatti la prima vittoria dell'Inter in Serie A nel 2018. I nerazzurri si ritrovano al terzo posto, avendo scavalcato la Lazio che aveva perso nell'anticipo contro il Napoli. Per questo la vittoria contro il Bologna è particolarmente importante. Dà fiducia a una squadra che improvvisamente era depresso.

A fine partita Eder ha voluto parlare dell'unità dello spogliatoio dell'Inter. Specificando anche che non apprezza per niente i social network. Perché nelle ultime settimane ci sono state troppe polemiche legate al mondo virtuale. Si guardi Santon, che dovette chiudere i propri profili dopo l'errore con la Roma. Troppi insulti, troppe minacce.

Serie A, Eder assicura: “Spogliatoio unito”

Addirittura Eder, alla terza stagione all'Inter, ha precisato che mai lo spogliatoio nerazzurro è stato così unito. Anche per questo l'attuale classifica della Serie A deve infondere fiducia nei tifosi. L'oriundo ha infatti spiegato a Sky Sport a fine partita:

Ormai se non si mette un like sui social si creano problemi. Sembra sia un problema se si mette il mi piace a quel compagno e non a quell'altro. Lo spogliatoio è unito.

Vota anche tu!

Spalletti porterà l'Inter in Champions League?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Eder ha poi voluto difendere anche Spalletti, che dopo le ultime deludenti partite dell'Inter in Serie A era stato criticato.

Il mister ci dà grande fiducia e sa anche lui che siamo uniti.

È euforico Eder, ma è normale che sia così. Quando gioca segna sempre. Anche se non è Trezeguet.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.