Premier League, Conte: "Sono un disastro a farmi comprare i giocatori"

Il tecnico italiano lancia una frecciata alla dirigenza del Chelsea, definendosi ironicamente inadeguato nel convincere la proprietà ad operare sul mercato.

801 condivisioni 0 commenti

di

Share

Continua a scricchiolare la panchina di Antonio Conte in quel di Londra. Il tecnico del Chelsea, reduce da due sconfitte al quanto pesanti contro Bournemouth e Watford, sa di non potersi permettere ulteriori passi falsi nel posticipo del lunedì di Premier League: la sfida casalinga con il West Bromwich assume dunque i contorni di un vero e proprio crocevia stagionale per il mister italiano, che nel frattempo manifesta non pochi malesseri legati al rapporto con la proprietà.

Ancora una volta protagonista dei dissidi è stato l'argomento calciomercato: Conte, dal suo canto, ha rimproverato alla dirigenza un mancato ascolto sulla necessità di rimpolpare la rosa con una manciata di top player. D'altronde la sessione invernale ha regalato parecchie delusioni alla compagine attualmente quinta in Premier League - ma a due punti dalla quarta piazza e con una partita da giocare in serata -, con i casi Dzeko e Carroll che hanno minato non poco le certezze dei londinesi in sede di trattativa.

Ecco spiegato perché Conte non le ha mandate a dire in conferenza, pungendo con ironia Abramovich e lamentando ancora una volta un potere esiguo sul tavolo del calciomercato.

Sono un po' un disastro nel convincere la società a comprare giocatori. Penso di poter migliorare molto sotto l'aspetto del mercato: magari devo parlare con quei manager estremamente bravi nel persuadere i propri club a spendere soldi per portare a casa dei top player. Me la cavo, invece, sotto il punto di vista motivazionale: faccio rendere i calciatori da 6 a 8 e quelli da 8 a 10.

Vota anche tu!

Nazionale: Antonio Conte potrebbe essere un nome spendibile per il ruolo di nuovo ct?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Premier League, Conte: bye bye Chelsea?

L'addio di Conte al Chelsea e più in generale alla Premier League sembra pressoché scontato a fine stagione, con eventuali ribaltoni antecedenti che potrebbero arrivare soltanto in caso di ulteriori débâcle inaspettate. Intanto per il futuro dell'ex tecnico della Juventus continua a farsi largo - seppur a fatica - l'ipotesi di un ritorno in Nazionale, con il vice-commissario della FIGC Alessandro Costacurta che ha concesso una battuta in merito a "Che Tempo che Fa".

Un ritorno di Conte? Magari, vedremo. E se Di Biagio vince 4-0 con l'Argentina e 3-0 con l'Inghilterra che si fa?

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.