Olimpiadi invernali, storica Nagasu: realizza un triplo axel in gara

La pattinatrice statunitense è diventata la terza atleta nella storia ad eseguire la figura ai Giochi: "Sapevo che ci sarei riuscita prima o poi".

325 condivisioni 0 commenti

Share

L'edizione delle Olimpiadi invernali di Pyeongchang entra nella storia ancora una volta, più precisamente per quello che è accaduto lunedì mattina nella gara di pattinaggio artistico a squadre. La statunitense Mirai Nagasu ha infatti eseguito in gara un triplo axel, una delle figuri più difficili della disciplina.

Il team USA si è classificato al terzo posto, preceduto da quello Russo e da quello Canadese. Ma oggi i titoli sono tutti quanti per la 24enne californiana, che al termine della sua esibizione ha ricevuto una vera e propria standing ovation da parte del pubblico.

La figura è conosciuta per essere una delle più complicate nel pattinaggio artistico e prima di Nagasu, solamente due atlete erano riuscite ad eseguirne uno triplo durante le Olimpiadi invernali: le giapponesi Mao Asada e Midori Ito.

Olimpiadi invernali, Mirai Nagasu esegue un triplo axel

L'incredibile prova della statunitense nata da genitori giapponesi è stata premiata dai giudici col punteggio di 137.53, il secondo più alto di tutta la gara. Nonostante questa prestazione non abbia permesso agli Stati Uniti di salire sul gradino più alto del podio, al centro dell'attenzione dei giornalisti c'è stata Nagasu, che si è detta fiera del traguardo raggiunto.

Oggi ho fatto la storia, sapevo che prima o poi ce l'avrei fatta.

La 24enne originaria della California ora si gode le luci della ribalta, dopo la delusione dovuta alla discussa mancata convocazione per le Olimpiadi invernali di Sochi 2014. Che ora è stata cancellata da una prestazione entrata di diritto nella storia del pattinaggio artistico.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.