Olimpiadi invernali: disgelo tra le due Coree

Le due Coree si sono presentate alle Olimpiadi invernali unendo le nazionali di hockey femminile, candidate ora a vincere il Nobel per la Pace.

52 condivisioni 0 commenti

di

Share

Non sono in guerra, ma c'è tensione tra loro. La Corea del Nord e quella del Sud sono divise da 72 anni. Inizialmente, negli anni 40, al sud erano filoamericani, ricchi ed evoluti, mentre al nord erano filorussi, poveri e isolati. Alla fine della Seconda Guerra Mondiale, in pieno stile “guerra fredda”, americani e russi si divisero il territorio fino a quel momento in pace.

Da anni ormai si vive una situazione di stallo, le due nazioni vivono de facto una guerra fredda. Con le Olimpiadi invernali però la situazione si sta finalmente tranquillizzando. Venerdì scorso, nel giorno dell'inaugurazione, le due Coree hanno sfilato insieme sotto un'unica bandiera che rappresentava l'intera penisola.

La stretta di mano fra il presidente della Corea del Sud Moon Jae-in e Kim Yo-jong, la sorella più giovane del leader nordcoreano Kim Jong-un, ha fatto il giro del mondo. Lo sport può unire anche chi è diviso da decenni e queste Olimpiadi invernali lo stanno dimostrando più che mai. E ci sono aggiornamenti.

Olimpiadi
Le due Coree unite alle Olimpiadi Invernali

Olimpiadi Invernali, disgelo fra le due Coree

Chuang Ung, membro nordcoreano del Comitato Olimpico Internazionale, ha commentato con toni entusiastici la proposta dell'ex campionessa Angela Ruggiero, oggi alto membro americano del CIO, di candidare la squadra di hockey su ghiaccio femminile della Corea del Nord e della Corea del Sud, che sono state unite per queste Olimpiadi invernali al Nobel per la Pace: "È davvero un'idea fantastica".

Nell'hockey femminile la Corea ha presentato una squadra unificata, segno che le cose possono funzionare anche e soprattutto se si collabora. Forse non solo nello sport. Il presidente sud-coreano Moon Jae-in e la sorella di Kim Jong-un, inviata speciale della Corea del Nord alle Olimpiadi del sud, ha confermato che Moon è invitato e atteso "il prima possibile" a Pyongyang. Inoltre le squadre di Corea del Sud e del Nord si sono riunite per una dimostrazione congiunta di taekwondo, il vero sport nazionale in entrambe le nazioni. All'evento hanno partecipato 70 atleti. Ma qui si va oltre lo sport.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.