Bundesliga, Bayern Monaco-Schalke 2-1: Lewandowski da record

I bavaresi superano anche i Knappen di Tedesco e si riportano a +18 sul Lipsia. E Lewandowski eguaglia un record storico di... Heynckes.

699 condivisioni 0 commenti

di

Share

Da dove partiamo? Dalla vittoria, l'ennesima, del Bayern Monaco o dal record, l'ennesimo, di Robert Lewandowski? Dai, precedenza alla partita: all'Allianz Arena i bavaresi superano anche lo Schalke 04 di Domenico Tedesco: 2-1 firmato dal centravanti polacco e da Thomas Müller, con il momentaneo pareggio di Franco Di Santo a illudere i Knappen (continua il momento no).

Il 9° successo consecutivo in Bundesliga - nel 2018 è en plein - mantiene i Roten a 18 punti di vantaggio sul Lipsia, secondo in classifica. Quando in Germania rintocca la 22ª giornata, la pratica Meisterschale è sempre più in ghiacciaia.

E veniamo allora al record raggiunto da Lewy: il capocannoniere della Bundesliga (19 centri) ha segnato in tutte e 11 le partite casalinghe disputate dal Bayern Monaco in questo campionato. Prima di lui, ci era riuscito solamente un certo... Jupp Heynckes: nel 1972/73, ai tempi del Borussia Mönchengladbach, l'attuale tecnico dei bavaresi era arrivato a quota 11. Un passaggio di consegne eccezionale, nella settimana dei rumors che vorrebbero Lewandowski in orbita Real Madrid.

Bundesliga, il Bayern Monaco torna a +18 sul Lipsia

Peccato che la febbre abbia bloccato a casa il buon Jupp: ad applaudire dalla panchina lo storico gol del numero 9 polacco, c'è Peter Hermann. Alias, l'allenatore in seconda più "costoso" del mondo: per accontentare Heynckes, al momento del suo ritorno dalla pensione, la dirigenza del Bayern ha spedito al Fortuna Düsseldorf 1,75 milioni di euro (che potrebbero salire a due).

Per sbloccare il match dell'Allianz, al bomber principe della Bundesliga bastano appena 6 minuti: splendido il velo per la conclusione di Müller, da rapace doc il tap-in sulla respinta fallace di Fährmann. Lo Schalke - al 50° ko contro i bavaresi nel massimo campionato tedesco - ci prova a complicare i piani della capolista. Anche grazie al promesso sposo dei Roten, Leon Goretzka: il regista - che a luglio si unirà al Bayern Monaco - si trasforma in assistman involontario per la perfetta stoccata di Franco Di Santo. Siamo alla mezz'ora del primo tempo, ma il ritrovato equilibrio dura pochissimo.

Già, perché dopo sette minuti Müller s'inventa un gol degno del multiforme ingegno di Ulisse: uno sguardo al primo palo, da posizione decentratissima, e Fährmann beffato un'altra volta. Il dirimpettaio Ulreich, invece no, risponde alla grande quando è chiamato in causa: la parata plastica su Embolo è degna del miglior Neuer. Nel finale il Bayern cercherà più volte il terzo gol, con Fährmann che stavolta strozza in gola l'urlo di gioia di David Alaba (alla 200ª con i Roten). Poco male: la capolista è sempre più capolista, Lewa è sempre più da record.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.