Atletica, mezza maratona: Chemutai a un passo dal record del mondo

La mezza maratona femminile di Ras Al Khaimah si è confermata come la più veloce di ogni tempo regalando la fantastica prestazione cronometrica della ventiduenne keniana Fancy Chemutai e quattro atlete al di sotto della barriera dei 66'.

Fancy Chemutai

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Chemutai ha tagliato il traguardo in 1h04’53” mancando di un solo secondo il record del mondo stabilito dalla connazionale Joyciline Jepkosgei lo scorso Ottobre a Valencia. Chemutai ha polverizzato il precedente record personale di 1h05’36” realizzato sempre nella stessa gara di Valencia. Chemutai ha dato vita ad un emozionante testa a testa nei chilometri finali con la vincitrice dell’ultima maratona di Londra Mary Keitany. Negli ultimi 100 metri Chemutai ha sferrato lo sprint decisivo staccando di due secondi Keitainy, che con 64’55” ha demolito il precedente record personale stabilito l’anno scorso in questa manifestazione.

Caroline Kipkirui ha stabilito il record personale con 1h05’07” diventando la quinta atleta di sempre. Con una prestazione simile avrebbe stabilito il record del mondo soltanto un anno fa. Trenta secondi più dietro Joan Chelimo Melly ha fatto registrare il tempo di 1h05’37” chiudendo la gara al quinto posto. L’ex primatista mondiale Jepkosgei non ha retto il ritmo forsennato e ha perso terreno al 13 km ma ha tagliato il traguardo in quinta posizione in un ottimo 1h06’46”.

La gara femminile ha prodotto la migliore competizione di sempre con due atlete sotto i 65 minuti, quattro sotto i 66 minuti, sette sotto i 67 minuti e nove sotto i 68 minuti. Bedan Karoki si è aggiudicato la gara maschile in 58’42” salendo al quinto posto delle liste mondiali di sempre. Il fuoriclasse keniano ha mancato di 19 secondi il record mondiale detenuto dall’eritreo Zersenay Tadese.

Karoki, vice campione del mondo della mezza maratona a Cardiff 2016, ha preceduto di 18 secondi il ventunenne etiope Jemal Yimer, che ha realizzato il tempo più veloce di sempre al debutto sui 21 km. Yimer si era già messo in luce l’anno scorso con il quarto posto ai Mondiali di cross di Kampala e il quinto posto sui 10000 metri ai Mondiali di Londra. Sette atleti sono scesi sotto l’ora. Il keniano Alex Kibet ha completato il podio classificandosi terzo in 59’06” davanti ai connazionali Jorum Okombo (59’36”), Morris Gachaga (59’36”), Wilfred Kimitei (59’40”) e Edwin Kiptoo (59’54”).

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.