Premier League, Conte su Morata: "Forse ha finito la sua stagione"

Le parole dell'allenatore preoccupano l'ambiente dei Blues: "Mi chiedete se starà fuori un giorno, un mese o per il resto dell'anno, ma io non lo so".

669 condivisioni 0 commenti

di

Share

Piove sul bagnato in casa Chelsea. All'eco della recente sconfitta sul campo del Watford, che ha portato i Blues a 19 punti dalla vetta della Premier League, in quarta posizione, e ha ridotto a un solo punto il vantaggio di Hazard e compagni sul Tottenham, immediato inseguitore per un piazzamento Champions League, si somma la preoccupazione espressa da Antonio Conte per le condizioni del suo numero 9, Alvaro Morata.

Il centravanti spagnolo, a segno 12 volte in stagione, manca in Premier League da tre partite: squalificato contro il Brighton, assente per un fastidioso infortunio alla schiena contro Bournemouth e Watford. Un’assenza che preoccupa non poco Conte, già sulla graticola per i risultati inferiori alle attese dopo un’eccellente prima stagione nel calcio inglese, condita anche dal titolo. L’allenatore italiano ha esternato in conferenza stampa la sua preoccupazione:

Non so se Morata resterà fuori un giorno, un mese o per il resto della stagione, io non lo so. Stiamo facendo di tutto per trovare una soluzione al suo problema alla schiena. Per questo sono preoccupato.

Non a caso, nelle ultime due partite di Premier League in cui Morata non è stato a disposizione, il Chelsea ha incassato due roboanti sconfitte (0-3 a Stamford Bridge contro il Bournemouth, 4-1 sul campo del Watford). Testimonianza dell'elevato peso specifico del centravanti dei Blues, autore di 10 reti in 20 partite di campionato. Una cattiva notizia che si intona al cielo grigio sul centro sportivo di Cobham, dove Conte sta provando la formazione che lunedì sera ospiterà il West Bromwich Albion:

Si parla molto dei risultati negativi ma bisogna tener conto dei tanti infortuni.

Premier League, ansia per la schiena di Morata in casa Chelsea

Contro il WBA al centro dell'attacco ci sarà il francese Giroud: una soluzione d'esperienza nella quale Conte confida per tirarsi fuori da una situazione complicata, con una sola vittoria nelle ultime 5 partite di Premier League. Contro la formazione allenata da Alan Pardew, l'allenatore italiano si gioca una fetta di futuro, con la doppia sfida di Champions League contro il Barcellona alle porte.

Alvaro Morata in azione con la maglia del Chelsea: sin qui 10 reti in 20 partite di Premier League
Alvaro Morata in azione con la maglia del Chelsea: Conte teme un lungo stop

Contro i Baggies, lunedì sera, Conte potrebbe invece ritrovare Christensen in difesa. Nell'infermeria, però, buona parte delle attenzioni sono concentrate sulle condizioni di Alvaro Morata: in caso di forfait prolungato, l'ex attaccante di Real Madrid e Juventus potrebbe saltare almeno il match di andata degli ottavi di finale contro i blaugrana, in calendario martedì 20 febbraio in Inghilterra, mettendo nel mirino la sfida di ritorno, programmata al Camp Nou il 14 marzo. Il suo allenatore ha comunque blindato l'ambiente, a prescindere dagli interpreti in campo:

Si sa che il destino degli allenatori dipende dai risultati. Non penso affatto alla possibilità di andare via e dimettermi. Il mio impegno per il club e quello dei miei giocatori è totale. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.