Europei di calcio a 5, sarà una finale spettacolare: Portogallo-Spagna

Alla Stozice Arena di Lubiana, Russia e Kazakistan si arrendono di fronte a due super squadre. Finale sabato su Fox Sports alle 20.45, prima però quella per il 3° e 4° posto.

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

Otto come gli anni del Portogallo dall'ultima volta. Otto come il titolo europeo che insegue la Spagna. La finale degli Europei di calcio a 5 sarà un affare tra queste due. Come nel 2010, quando le Furie Rosse vinsero 4-2.

All'Arena Stozice di Lubiana, la Russia - che veniva da tre finali (perse) di fila - stavolta si deve arrendere al Portogallo dei Coelho Boys, André e Bruno. Ricardinho, che nel 2010 non era presente causa un infortunio all'anca sinistra, giocherà la prima finale della sua carriera.

Il Kazakistan, invece, alza bandiera bianca soltanto dopo i rigori: decisivo l'errore di Taynan e il gol vittoria di Lin.

Europei calcio a 5, semifinali: Russia-Portogallo 2-3

Quando Ricardinho non brilla, ci pensa la coppia Coelho. O Magico non gioca la sua miglior partita: il primo tiro verso la porta è al minuto 11, poi si prende gli applausi di tutta la Stozice Arena.

Non per un numero dei suoi, ma per un gesto di fair-play. Meglio la Russia nel primo tempo, che passa subito in vantaggio con Eder Lima. Nella ripresa, i lusitani ribaltano il punteggio con André Coelho.

Finale con polemiche: Portogallo al quinto fallo, Russia che cerca di recuperare giocando il cinque contro quattro. Il portiere portoghese, André Sousa, prende il pallone con le mani fuori dall'area di rigore (sarebbe stato tiro libero), ma gli arbitri non fischiano e il Portogallo fa 3-1 con Bruno Coelho che segna, tra le proteste, a porta sguarnita. Inutile il 3-2 di Eder Lima allo scadere.

Semifinali: Kazakistan-Spagna 6-8 d.t.r.

Per distacco, la più bella partita degli Europei di calcio a 5. Partono meglio i kazaki, che trovano il vantaggio con Taynan. Gli spagnoli sono nervosi, ma non perdono mai la calma e, con un pizzico di fortuna, pareggiano, sfruttando l'autorete di Yesenamanov. Tolrà manda la Spagna al riposo sul 2-1, poi reazione Kazakistan, che pareggia con Higuita (al primo gol a Euro 2018) e ribalta con Taku.

La Spagna ha la forza di rialzarsi e va sul 4-3 con Joselito e un super Pola. Partita finita? Per niente, perché Douglas fa 4-4 e manda le due squadre ai supplementari. Che si aprono subito con un tiro libero per la Spagna, ma Miguelin colpisce il palo. Due minuti più tardi, però, la stella spagnola si riscatta, infilando il pallone all'incrocio dei pali per il primo gol del suo Europeo. Il Kazakistan non muore mai e nel secondo tempo fa 5-5 con Zhamankulov. Dal dischetto festeggia la Spagna, che non sbaglia nemmeno un rigore.

Top e flop di giornata

  • Pola

Pola ha segnato un gol in semifinale

Stavolta non un "polazo", come in semifinale, ma un gol importantissimo che è la ciliegina sulla torta di una prestazione eccezionale. Qualità e quantità, un giocatore multiuso che domina in ogni parte del campo.

  • Paco Sedano

Paco Sedano è il portiere della Spagna

In due partite dal livello così alto è difficile eleggere il peggiore in campo. Non è stato un flop, ma ci ha messo del suo in negativo. Il portiere della Spagna ha sulla coscienza due gol: quello dalla distanza di Higuita (che però non vede partire) e il 4-4 di Douglas. Fortuna che ci ha pensato Miguelin a vincere la partita, un altro che non stava brillando. Ma i campioni si vedono nel momento di difficoltà. Si riscatta parando il rigore decisivo.

Euro Futsal 2018, sabato 10 febbraio le finali

  • 3° e 4° posto Russia-Kazakistan (ore 18, Fox Sports)
  • 1° e 2° posto Portogallo-Spagna (ore 20.45, Fox Sports)

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.